Lavoro, stage ed opportunità

Concorso per navigator, test di selezione: come prepararsi

Sono migliaia le candidature già ricevute per la nuova figura del navigator. Un test di selezione però sarà necessario per individuare le figure che andranno ad affiancare i centri per l'impiego.

Dopo l’avvio da qualche giorno dei primi assegni del reddito di cittadinanza, è stato pubblicato il bando per l’assunzione dei navigator, le cosiddette figure professionali che andranno a fornire assistenza tecnica al personale dei centri per l’impiego. Chiunque desideri inoltrare la richiesta, e sia in possesso dei requisiti necessari, lo potrà fare inviando la domanda sul sito di Anpal fino alle ore 12.00 di giorno 8 maggio. Migliaia le domande già ricevute, si aspetta che le richieste arrivino a superare le 100mila. Ma come prepararsi per il test di selezione e in cosa consisterà?

Per prepararsi a dovere alla prova è consigliato fare un bel ripasso, rispolverando le conoscenze acquisite durante i propri studi. Uno studio mirato sugli argomenti d’esame, inoltre, dovrebbe garantire una migliore riuscita del test, dedicandosi a una full immersion e facendo un esercizio quotidiano, confrontandosi con batterie di quiz e simulazioni d’esami a più non posso.

Il test consisterà in 100 quesiti a risposta multipla da risolvere in 100 minuti. I quesiti saranno suddivisi in dieci sezioni, riguardanti ciascuna un differente ambito e argomento d’esame. Gli argomenti delle sezioni riguarderanno: la cultura generale, quesiti psicoattitudinali, il reddito di cittadinanza, logica, informatica, politica del lavoro, contratti di lavoro, istruzione e formazione, mercato del lavoro, economia aziendale.

Durante la prova non sarà chiaramente possibile portare libri o appunti di alcun genere, né tantomeno tablet e cellulari o comunicare con gli altri candidati. La valutazione dei quesiti sarà così considerata: 1 punto per ogni risposta esatta, 0 punti per ogni risposta non data e -0,4 punti per ciascuna risposta errata o multi risposta.