Scuola

Scuola, al via regionalizzazione Veneto: in vista mobilitazione e scioperi

Come punto all'ordine del giorno del Consiglio dei Ministri previsto per oggi, ci sarà anche l'accordo tra lo Stato e il Veneto per la richiesta di regionalizzazione.

Oggi, 14 febbraio, alle ore 19, all’ordine del giorno del Consiglio dei Ministri ci sarà la bozza dell’accordo tra Stato e Regione Veneto sull’autonomia.

Il documento, riguardante la regionalizzazione di Veneto e Lombardia, presenta una sezione dedicata all’istruzione, in cui si esplicitano i campi in cui dovrà agire la regione, nel caso in cui la bozza venga approvata.

La regione, nello specifico, dovrà occuparsi di:

  • disciplina delle modalità di valutazione del sistema educativo regionale di istruzione e formazione;
  • disciplina della programmazione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro;
  • formazione dei docenti;
  • apprendistato;
  • disciplina, mediante contratti integrativi, dell’organizzazione e del rapporto di lavoro del personale dirigente, docente, amministrativo, tecnico e ausiliario;
  • disciplina della programmazione dell’offerta formativa integrata con la formazione professionale;
  • disciplina sulle reti scolastiche;
  • disciplina degli organi collegiali;
  • istruzione per gli adulti.

Per i Dirigenti scolastici sarà istituito uno specifico ruolo regionale, salva la facoltà di permanere nei ruoli della dirigenza scolastica statale trascorsi tre anni dal trasferimento delle competenze. Per quanto riguarda i docenti, gli ATA e il personale educativo con contratto a tempo indeterminato in servizio presso le istituzioni scolastiche al momento della stipulazione dell’Intesa rimane inserito nei ruoli statali, salva diversa volontà espressa dal personale stesso. I docenti, invece, che confluiranno nei ruoli regionali saranno i nuovi assunti e quanti avranno contratto a tempo determinato.

Nel frattempo, però, scuola, università e sindacati si stanno già mobilitando, attraverso l’organizzazione di vari scioperi previsti tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo, per protestare contro la richiesta di Autonomia. Come afferma la Flc-Cgil: “Questo progetto aggiungerebbe ulteriori disuguaglianze, divisioni sociali e culturali, a quelle che già affliggono il nostro Paese”.

Da TWITTER

L’#arancino entra nell’ Oxford Dictionary: gli inglesi scelgono il maschile @oxforddictionar #sicilia #catania #

😀😀😀

https://t.co/Q8PIztJzXE

Load More...