Università di Catania

Problemi nella prenotazione degli esami e nei pagamenti: le segnalazioni degli studenti

La nuova piattaforma online dedicata agli studenti dell'Università di Catania continua a destare perplessità, soprattutto a ridosso dell'imminente sessione d'esami.

Gennaio è entrato nel vivo e il pensiero di molti studenti si rivolge all’imminente sessione d’esami che a breve comincerà in tutti i dipartimenti. Per molti studenti catanesi, tuttavia, la situazione non è delle migliori, in relazione soprattutto alle difficoltà incontrare col nuovo Portale studenti, già attivato da qualche mese.

A partire da questo anno accademico, infatti, l’Ateneo catanese si appoggia alla piattaforma “smart_edu”, gestita dal GOMP, la cui sezione principale è indubbiamente il Portale studenti, in cui gli studenti possono visionare i propri dati, con le relative carriere: all’interno si possono gestire online anche funzioni fondamentali quali le prenotazioni per gli esami e i pagamenti. Qualcosa, però, come testimoniato da alcuni studenti, sembra non funzionare, soprattutto in relazione a prenotazioni e pagamenti.

“Non so quanto dovrò pagare per la seconda rata – dice a LiveUnict una studentessa – poiché se apro la sezione ‘Tasse, contributi e pagamenti’, non mi spunta alcun importo. Penso che, a venti giorni dalla scadenza del pagamento, sia importante sapere la cifra, anche per un minimo di organizzazione familiare”.  Questa, tuttavia, è solo una delle tante segnalazioni inoltrate dagli studenti alla redazione di LiveUnict.

La difficoltà principale, al momento, sembra essere legata alle prenotazioni degli esami per la sessione “invernale” tra gennaio e febbraio: anche in questo caso, per molti studenti, non risultano appelli attivi per diverse discipline, non potendo così inoltrare la propria prenotazione. Ancora, secondo altre testimonianze, anche quando l’appello risulta attivo, sembrerebbe non essere disponibile la scelta della priorità (urgente, normale, prolungamento), funzione ritenuta fondamentale in sede di organizzazione del proprio studio: su questo, al momento, l’ipotesi più probabile è che si tratti di una momentanea anomalia e che presto l’importante funzione verrà inserita all’interno del nuovo sistema di prenotazioni. Non resta dunque che attendere: la situazione è in corso di risoluzione e non riguarda la totalità degli studenti.