Università

UNICT – Elezioni studentesche: il Senato va al centrodestra, ma il centrosinistra tiene botta agli organi

Elezioni universitarie: in questo scontro elettorale tra centrodestra e centrosinistra, ecco chi ha conquistato i seggi agli Organi Superiori dell'Università degli Studi di Catania.

È stata un’affluenza record quella che è stata registrata il 23 e il 24 ottobre, in occasione delle votazioni per eleggere le rappresentanze studentesche. Il 37 % degli studenti aventi diritto al voto si è recato alle urne per scegliere i nuovi rappresentanti negli organi superiori, nei consigli di dipartimento e di corso di studio e al coordinamento della Scuola Facoltà di Medicina per il biennio 2018-20. Due anni fa, invece, per il biennio 2016-18 l’affluenza era stata del 33%.

Con queste elezioni si è aperto uno scenario ben definito, dove il centrodestra ha conquistato la maggior parte dei seggi disponibili al Senato Accademico ottenendo così la maggioranza, mentre il centrosinistra si accaparra il primato della lista in tutti gli altri organi superiori dell’Ateneo catanese. Per quanto concerne il Senato, la lista più votata è stata La Finestra-Actea con Antonino Moschetto (744 voti personali), a seguire c’è Giuseppe Fava di #Studenti (656 voti), per quanto riguarda le due quote del centrosinistra. Federico Scalisi di Alleanza-Azione Universitaria-Controcampus (459), Tommaso Alberto Vazzano di We Love Unict-Ares (763), Ignazio Prestianni di Libertas (377) sono i tre eletti del centrodestra, mentre Sergio Di Mauro di Arché (437) completa lo scacchiere al Senato.

Delle totali otto liste presentate, restano a mani vuote al Senato Università popolare (1103), unica lista del centrodestra a rimanere fuori, e Libertà e Partecipazione (791), coalizione ed espressione della sinistra.

Al Consiglio d’amministrazione (CdA), è stata eletta Carlotta Costanzo (2882 voti) di #Studenti, lista molto vicina al centrosinistra e nata dalla coalizione di associazioni quali Actea, Arcadia, Koinè, La Finestra, Nike, Orizzonte Italia, Partecipa e Udu (in ordine alfabetico); ma si riserva un posto anche Marco Nicotra (2657) di Popolari e Sovranisti, coalizione sostenuta dalla Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Al Nucleo di Valutazione 5683 preferenze per #Studenti e 3855 per Popolari e Sovranisti: gli eletti sono Alberto Patanè per la prima e Ferdinando Cammarata per la seconda coalizione.

Alle votazioni per il Comitato per lo Sport Universitario (C.U.S.), la lista #Studenti ha ottenuto 5427 preferenze mentre la lista Popolari e Sovranisti 3700. Eletti Giuseppe Cutuli, in quota #Studenti, e Piero Guadagnino per il centrodestra.

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.