Scuola

Alberto Angela a scuola: studenti vogliono suoi programmi in classe

Alberto Angela si aggiudica ancora una volta l'acclamazione della critica. Stavolta sono gli studenti a volere che i suoi programmi vengano proiettati nelle scuole.

Da anni ormai quella di Piero e Alberto Angela è designata come TV di qualità. Con la nuova stagione di Ulisse – Il piacere della scoperta, e prima ancora con lo speciale Meraviglie e Stanotte a.., il giovane Alberto ha totalizzato un boom di ascolti mai visto fino ad ora per un programma di divulgazione scientifica. La puntata incentrata sul rastrellamento del ghetto ebraico di Roma si è aggiudicata, contro ogni previsione, il 18,54% di share pari a circa 3,6 milioni di telespettatori, senza contare il numero di interazioni sul web che hanno fatto di Ulisse il primo trend della serata di sabato.

La puntata di sabato scorso è stata talmente acclamata dalla critica che il presidente della Comunità Ebraica di Roma, Ruth Dureghello, ha detto ha chiesto di portarla nelle scuole. L’iniziativa è stata promossa a pieni da voti da 1000 studenti attraverso un sondaggio proposto da Skuola.net.

Secondo il sondaggio, per oltre 2 adolescenti su 3 (pari al 68%) raccontare la storia in questo modo aiuterebbe ad apprendere molte più cose rispetto alla lezione tradizionale. Solo il 19% si è mostrato dubbioso, non credendo possa funzionare fino in fondo. Mentre appena il 13% ha bocciato a priori l’idea, ritenendola insufficiente a coinvolgere chi non è interessato. Oltre 9 studenti su 10 lo ritengono un buon metodo per ripassare la storia: il 52% lo sostituirebbe totalmente ai libri di testo, il 40% pensa sia comunque consigliabile affiancare alla visione il manuale di storia.

 

Viviana Guglielmino

Classe 1994, studentessa di lettere moderne presso l'Università degli studi di Catania. Scrivo per passione e leggo per diletto. Amo la storia, la moda (in tutte le sue sfumature) e la mia collezione di Vogue