Università

Premi di laurea 2018: ecco quali si possono ancora richiedere

Il sopraggiungere dell'estate ricorda che è tempo di premi di laurea. Ecco un breve elenco di quelli per cui è ancora possibile presentare domanda tra luglio e settembre.

Enti pubblici, associazioni e atenei mettono a disposizione premi in denaro o altre ricompense come segno di riconoscimento ai migliori talenti presenti tra gli studenti italiani. Esistono, infatti, bandi che le università rivolgono esclusivamente agli studenti del proprio ateneo, ma ne esistono altri aperti a tutti i laureati indipendentemente dall’università di appartenenza. Ecco alcuni dei premi messi in palio quest’estate, per cui è ancora possibile presentare domanda.

Entro il 15 luglio, per ingegneri e per laureati in altri indirizzi tecnico-scientifici, potrebbe essere una grande opportunità quella del premio proposto da Vdi Italia (sezione italiana del «Verein Deutscher Ingenieure» – Associazione Tedesca degli Ingegneri). Sono stati stanziati, infatti, mille euro da destinare a studenti che hanno conseguito la laurea discutendo una tesi o ricerche individuali o approfondimenti, collaborando con istituzioni tedesche (università, istituti professionali, società o associazioni) o che abbiano comunque avuto a che fare con la Germania. Si può richiedere il premio tramite una semplice richiesta, accompagnata da una sintetica motivazione, una copia del lavoro svolto e un suo riassunto (in lingua inglese, tedesca o italiana). Il tutto dovrà essere inviato tramite mail all’indirizzo italy [chiocciola] vdi.de.

Diversi premi hanno, invece, come data do scadenza martedì 31 luglio. Scade proprio quel giorno la possibilità di fare richiesta per il “Premio Valeria Solesin”, giunto alla seconda edizione e lanciato da  Forum della Meritocrazia e Allianz Worldwide Partners. Creato in memoria della studentessa veneziana uccisa il  13 novembre 2015 durante l’attentato del Bataclan, il premio offre somme di denaro per un ammontare totale di 42.620 euro e quattro diversi tipi di stage. Nello specifico, gli stage saranno svolti presso  presso Bosch (con ricompensa totale di 4.620 euro), TRT Trasporti e Territorio (2.400 euro), Zurich (2.400 euro) e Lablaw (1.200 euro) e saranno progettati in base al profilo dei partecipanti.

Possono fare domanda i laureati magistrali in economia, sociologia, giurisprudenza, scienze politiche, demografia e statistica, che abbiano svolto un lavoro sul tema della donna nel mercato del lavoro “mettendo in luce sia i fattori che ostacolano la maggiore presenza femminile nel mercato del lavoro in Italia, sia le buone pratiche di conciliazione introdotte dalle aziende e dalle istituzioni”. Per partecipare è bisogna inviare all’indirizzo premiovaleriasolesin [chiocciola] gmail.com i documenti che seguono: dati anagrafici, liberatoria alla consultazione pubblica della tesi, consenso al trattamento dei dati personali, copia digitale della tesi, curriculum vitae et studiorum, abstract (max 2.500 battute), una breve motivazione sulla rilevanza della tesi per lo studio condotto.

Scadenza fissata il 31 luglio anche per la domanda del premio di laurea Icd (Italian Cruise Day). Il centro di ricerca “Risposte Turismo”, infatti, ha stanziato una somma di mille euro da destinare a un qualsiasi studente che nel suo elaborato finale (triennale, magistrale, master) abbia rivolto la propria attenzione al tema dell’industria delle crociere. Il premio sarà consegnato con una cerimonia pubblica che si svolgerà il 19 ottobre a Trieste, durante l’Italian Cruise Day 2018. Per inviare la domanda, è necessario inviare tutta la documentazione necessaria compilando l’apposito form online.

Rimanendo sempre in tema di turismo, scade il 31 luglio, la possibilità di presentare domanda per il bando messo in palio da Risposte Turismo, in seno alla seconda versione dell’evento “Shopping Tourism – il forum italiano”. Il bando in questione, mette a disposizione mille euro da destinare a un laureato in qualsiasi ambito che abbia dedicato la propria tesi allo shopping-tourism o che abbia compiuto ricerche sul tema con lavori più ampi. Anche in questo caso per candidarsi basta compilare l’apposito form online sul sito ufficiale dell’evento.

Il 31 luglio è una data da ricordare anche per gli ingegneri interessanti alle energie rinnovabili o alla sostenibilità industriale e ambientale. Il dipartimento di Ingegneria Industriale dell’università di Padova, infatti, rivolge, a tutti i laureati d’Italia nel settore, due premi di 2.197 euro in memoria di Federico Amato. Gli interessati dovranno inviare la domanda via pec all’indirizzo dipartimento.dii [chiocciola] pec.unipd.it, consegnarla personalmente presso il dipartimento stesso o inviarla per posta al “Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’università degli Studi di Padova, via Gradenigo, 6/a – 35131 Padova”. Alla domanda bisognerà allegare una copia della tesi, un abstract di massimo dieci pagine,  una spiegazione sulla scelta del tema e una copia di un documento d’identità.

Anche per gli appassionati di francobolli il 31 luglio è una data da ricordare. Il Cifo (associazione dei Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari) ha messo in palio un premio dell’ammontare di 3 mila euro in memoria di Giovanni Riggi di Numana. Il premio è rivolto ai laureati in laureati in discipline storiche o economiche che abbiano discusso una tesi su temi come la storia della scrittura, la comunicazione epistolare, la storia della posta e dei suoi servizi, l’evoluzione dei sistemi di trasporto della corrispondenza. Non essendo ancora stato pubblicato il bando, gli interessati possono richiedere maggiori info mandando una e-mail a segreteria [chiocciola] cifo.eu o contattando il Cifo per posta all’indirizzo «Claudio Ernesto Manzati, Via Cesare Pascarella, 5 – 20157 Milano» o al numero di cellulare indicato sull’annuncio.

Scadrà, invece, il 1° settembre la possibilità di fare domanda per partecipare alla quarta edizione del premio per le migliori tesi di laurea o di specializzazione sulla “Sindrome di Pitt-Hopkins”, bandito dall’associazione omonima. Il premio è rivolto ai laureati in medicina, biologia, psicologia, fisitioreapia ed altri laureati o specialisti in discipline sanitarie correlate. I sei premi in palio avranno un ammontare di 500 euro ognuno.  Per presentare domanda bisogna mandare certificato di laurea con voto e copia elettronica della tesi alla coordinatrice del comitato scientifico, Marcella Zollino, al recapito «Prof.ssa Marcella Zollino – Istituto di Genetica Medica, Università Cattolica Sacro Cuore, Policlinico A. Gemelli – Largo F. Vito 1, 00168 Roma».

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.