Scuola

Concorso docenti 2018: previsto slittamento bando e nuove modifiche

Slittaranno ulteriormente i concorsi docenti previsti per il 2018: sarebbe questa la nuova decisione del nuovo governo per apportare modifiche a quanto stabilito dal governo precedente. Tutte le novità previste.

Novità per tutti coloro che sono in attesa dei concorsi per i docenti con tre anni di servizio e per i laureati con 24 CFU. Secondo quanto appreso dalle dichiarazioni rilasciate in questi giorni ci sarà ancora da attendere: il Ministro dell’Istruzione Bussetti starebbe pensando a uno slittamento dei concorsi docenti 2019 per dare modo al nuovo governo di rivedere le regole precedentemente previste dalla legge 107 sotto la guida del Ministro Fedeli.

Il primo passo sarebbe quello di dare il via a una ricognizione dei posti disponibili per avere un’idea chiara sulle possibilità per ogni regione. La modifica più importante riguarderebbe la creazione di concorsi su base regionale: saranno avviati concorsi nazionali gestiti dagli Uffici Scolastici Regionali, ai quali tuttavia sarà possibile partecipare solo se si possiede il domicilio professionale nella regione specifica.

Ciò significa che il bando sarà nazionale ma che il docente potrà partecipare in una regione differente dalla propria solo se avrà indicato quella come luogo del domicilio professionale. Tra le altre idee del Governo dovrebbe esserci l’introduzione di un paletto temporale che consisterebbe nel vincolo di 3 anni di continuità prima che il docente possa chiedere la mobilità.

Per notizie più certe circa le effettive modifiche alle precedenti regole e per saperne di più sulle date, tuttavia, bisognerà attendere nuove comunicazioni da parte del Ministro dell’Istruzione.