Università di Catania

Catania, scoperte grotte durante lavoro di ricerca: la tesi di un laureato catanese

Sono state scoperte tre grotte nel Catanese, grazie anche al lavoro di ricerca realizzato da un giovane per la sua tesi.

Sono state scoperte a San Gregorio tre nuove grotte laviche, nella Riserva naturale integrale “Complesso Immacolatelle e Micio Conti”.

L’area, gestita dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania, è stato oggetto di studi di una ricerca realizzata nell’ambito della tesi di laurea del dott. Cristoforo Giovanni Fazio, coordinata dal prof. Giorgio De Guidi, docente di Geomorfologia del Dipartimento di Scienze biologiche geologiche e ambientali dell’Università di Catania e dal geologo Salvatore Costanzo del Cutgana (già direttore dell’area protetta).

Una delle grotte scoperte è stata chiamata “Grotta della Tesi”, perché scoperta grazie alle operazioni di rilevamento del laureato. Una seconda grotta è stata invece chiamata “Grotta Immacolatella V”, perché appartiene complesso ipogeo delle grotte Immacolatelle. La terza“Grotta Cinzia Schilirò”, per ricordare la studiosa che collaborò con il Cutgana dal 2005 al 2008.