Lavoro, stage ed opportunità

Lavoro, EPSO cerca 158 funzionari amministratori

L’Ufficio europeo di selezione del personale (l’EPSO appunto) ha pubblicato un concorso generale per costituire un elenco di riserva dal quale le istituzioni UE potranno attingere per l’assunzione di nuovi funzionari amministratori.

I posti disponibili nell’elenco di riserva sono ben 158. Le nuove risorse avranno il compito di supportare i responsabili nello svolgimento di interventi operativi, formulazione delle politiche e gestione delle risorse.

Per partecipare al bando è necessario:

  • godere dei diritti civili in quanto cittadini di uno Stato membro dell’UE;
  • essere in regola con le norme nazionali vigenti in materia di servizio militare;
  • offrire le garanzie di moralità richieste per l’esercizio delle funzioni da svolgere.

Inoltre i candidati devono conoscere almeno 2 lingue ufficiali dell’UE, la prima almeno al livello C1 (conoscenza approfondita) e la seconda almeno al livello B2 (conoscenza soddisfacente): la prima sarà quella che verrà utilizzata per i test a scelta multipla su computer; la lingua 2 invece che verrà utilizzata per compilare l’atto di candidatura, all’Assessment center e nelle comunicazioni tra l’EPSO e i candidati che hanno presentato un atto di candidatura valido; deve essere obbligatoriamente diversa dalla lingua 1.

Non è richiesta alcuna esperienza professionale, ma è obbligatorio possedere almeno una formazione universitaria triennale (attestata da un diploma conseguito obbligatoriamente entro il 31 luglio 2018).

I partecipanti al concorso sono chiamati a svolgere le seguenti tre prove di selezione:

  • test a scelta multipla su computer: comprendono ragionamento verbale, numerico, astratto e test situazionale;
  • una prova e-tray che consiste in 15 / 25 domande intese a valutare 4 competenze generali;
  • una/due giornate di selezione da svolgere in linea di massima a Bruxelles. Durante queste prove saranno valutate le otto competenze generali (analisi e risoluzione di problemi, comunicazione, capacità di produrre risultati di qualità, apprendimento e sviluppo, individuazione delle priorità e spirito organizzativo, resilienza, leadership e capacità di lavorare con gli altri) e la motivazione dei candidati a lavorare per le istituzioni dell’UE mediante cinque prove (uno studio di caso, una presentazione orale, un colloquio basato sulle competenze, una prova di gruppo e un colloquio per la valutazione delle motivazioni).

La domanda di partecipazione va compilata online sul sito dell’EPSO ed inviata entro le ore 12 di martedì 10 aprile 2018.