Catania

Il manifesto di Etna Comics 2018: nel nome di Eliodoro e del Liotru

Come da tradizione, a pochi mesi dall'apertura della kermesse, è stato svelato il Manifesto dell’ottava edizione del “Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop”.

Etna Comics scalda i motori in vista dell’edizione 2018, ripartendo da quello che da sempre è uno dei momenti più attesi dell’evento.

“Dispettoso, irriverente, blasfemo. Il suo nome è stato tramandato per secoli, fino a perdersi nella notte dei tempi, tra racconti di stregonerie, strani rituali e burle ai danni dei catanesi. Alle sue mani, grandi e possenti, capaci di forgiare la lava ancora incandescente, si deve, secondo la tradizione, quello che sarebbe diventato il simbolo di Catania”. È questa la descrizione di Eliodoro, il mago protagonista del Manifesto di Etna Comics 2018.

Eliodoro, ma non solo: alle sue spalle il celeberrimo “Liotru”, magicamente animato e cavalcato nei cieli di una Catania piegata alla dominazione dell’Impero Romano D’Oriente, al solo scopo di rendere impossibile la vita dei suoi concittadini.

L’autore del manifesto è Tanino Liberatore, uno tra i big della quattro giorni de “Le Ciminiere”: dopo il mito del paladino Uzeta, che ha accompagnato i fan di Etna Comics alla settima edizione della kermesse, il talento del celeberrimo maestro abruzzese ha ridato idealmente vita ad uno dei più misteriosi personaggi semi-leggendari della storia di Catania

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.