Altro

Taobuk 2017, un festival letterario in continua ascesa

Il Festival Internazionale del Libro di Taormina ha ottenuto consensi e riempito il Teatro Antico per la serata inaugurale

La perla dello Jonio non ne vuole sapere di conoscere la parola “crisi” quando si parla di eventi culturali e nonostante le ultime problematiche relative al festival del cinema, un’altra grande realtà sembra essere in continua ascesa: il Taobuk, Festival Internazionale del Libro di Taormina.

E proprio i numeri che vengono fuori dall’edizione 2017, quella dedicata al tema “Padri & Figli”, sanciscono la bontà di un progetto ormai consolidato. Non a caso, i circa 5000 spettatori della serata inaugurale al Teatro Antico, oltre ai tanti amanti delle belle lettere che giorno per giorno hanno animato Taormina, confermano un trend più che positivo.

Al centro del festival letterario diretto da Antonella Ferrara c’è di certo la letteratura, in dialogo con il cinema, la musica, il teatro, le arti visive, il giornalismo e l’enogastronomia.

Tanti gli ospiti attesi e tra questi sicuramente Abraham Yehoshua, Domenico Starnone, Nicola Gratteri, Gianni Amelio, Luigi Lo Cascio, Christian De Sica, Noa, Heinz Beck, Albertina Bollati, Marisa Bruni Tedeschi, Luciano Canfora, Fabio Carapezza Guttuso, Matteo Collura, Cristina Comencini, Carlo Cracco, Cosimo Damiano Damato, Ildefonso Falcones, Alan Friedman, Luigi Garlando, Nicola Gratteri, Paola Gribaudo, Agnes Heller, Gioacchino Lanza Tomasi, Luciana Littizzetto, Michela Marzano, Stefano Mauri, Giancarlo Mazzuca, Elsa Osorio, Piero Pelù, Claudio Pirandello, Domenico Starnone, Abraham Yehoshua, Luigi Zoja.

«Un colpo d’occhio vedere migliaia di spettatori al Teatro Antico applaudire i protagonisti della letteratura, del cinema, del teatro. – ha recentemente affermato Anthony Emanuele Barbagallo, Assessore Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana – Un’emozione trovarsi in Corso Umberto nel flusso di appassionati e curiosi che affollano Taormina, trasformata in un villaggio letterario. È l’effetto Taobuk, il festival letterario che abbiamo voluto promuovere e sostenere, convinti come siamo che puntare sulle “belle lettere” e le altre arti, con manifestazioni di eccellenza, sia la strada più efficace per incrementare il turismo culturale».

Un’altra edizione, la settima, ha potuto così regalare giorno per giorno emozioni e dibattiti su un tema, “Padri & Figli”, che ci riporta alle radici stesse della trasmissione della vita, dei valori, del sapere. E a trionfare sono stati l’incontro, il dialogo, il confronto che aggrega. La partecipazione, appunto.

A proposito dell'autore

Serafina Adorno

Classe 1989. Dalle sabbie dorate agrigentine e dalla bianca scala dei turchi si è trasferita a Catania per intraprendere i suoi studi e iniziare a dare forma ai suoi sogni. Laureata in Lingue e letterature comparate, lavora nella comunicazione e nei Festival del cinema.