Attualità

CATANIA – Infrastrutture al centro: 4 bandi Anas per ristrutturare le autostrade

Continuano le opere di ammodernamento e ristrutturazione delle infrastrutture catanesi. Questa volta le protagoniste sono le autostrade siciliane, occhio di riguardo per il catanese. Infatti l’Anas ha indetto quattro bandi, di cui ben tre riguardano Catania e le sue provincie.

L’obiettivo dei quattro bandi indetti dall’Anas è quello di operare le manutenzioni annuali e sopperire ai danni provocati da incidenti ed emergenze. Da notare che ben tre di questi bandi hanno per oggetto autostrade che interessano Catania e la sua provincia. Le gare d’appalto hanno avuto luogo e individuato le ditte vincitrici che si occuperanno di portare a termine i lavori.  I bandi chiariscono nel dettaglio quali sono i tratti interessati.

Innanzitutto i numeri. Sono  950 mila gli euro attribuiti a ciascuno dei bandi, per un importo totale di 3 milioni e 800 mila euro, che saranno spesi per la riparazione e la ristrutturazione di diverse strade statali. Tra le altre interessate alle opere di ristrutturazione, le autostrade che ricadono nell’area del catanese sono: la statale 124  “Siracusana”, dal km 33,120 al km 118,000; la statale 194 “Ragusana”, dal km 12,000 al km 113,700; la strada statale 514 “Di Chiaramonte”, e infine la 683 “Licodia Eubea – Libertinia”.  Il secondo bando è inerente le  autostrade Catania-Siracusa, la Tangenziale Ovest di Catania e l’A18dir “Diramazione di Catania”. Mentre il terzo riguarda anche ulteriori aree che attraversano il catanese o che lo collegano con la provincia di Messina, infatti le autostrade che saranno interessate ai lavori sono: la strada statale 116 “Randazzo-Capo d’Orlando, la 185 “Di Sella Mandrazzi”; l’autostrada 289 “Di Cesarò”; la 120 “Dell’Etna e delle Madonie”, dal km 156,500 al km 215,600. Ed ancora: la strada statale 114 “Orientale Sicula”, dal km 8,300 al km 54,400 ed infine la 113 “Settentrionale Sicula”, dal km 5,100 al km 125,000

Nessuna catanese tra le ditte ad esserci aggiudicate gli appalti per questi tre progetti. I lavori inerenti il primo saranno svolti dalla associazione temporanea di imprese Si.Co. Edili srl – Farel Impianti con sede ad Agrigento. La messa in opera del secondo appalto è stata aggiudicata all’impresa ennese Cangeri Giuseppe di Leonforte, mentre la realizzazione dei lavori indicati nel terzo bando, saranno portati a termine dall’impresa Nordica Costruzioni, con sede in Cancello ed Arnone, in provincia di Caserta. L’unica impresa catanese ad essere vincitrice di uno delle gare d’appalto  si occuperà di svolgere i lavori inerenti il quarto bando. Si tratta della ditta Torsten Costruzioni srl di Bronte, che si occuperà dei lavori lungo le strade statali, ricadenti nelle province di Palermo, Agrigento, Trapani, Messina ed Enna.

 

Università di Catania