Catania

SANT’AGATA – Nel vivo delle festività: tra Carrozza del Senato, offerta della cera e “u focu da sira o tri”

Ormai ci siamo, anche quest’anno si sta per entrare nel vivo delle festività Agatine, con un calendario ricco di appuntamenti che precedono i tre giorni di festa con la Santa Patrona in giro per la città. E se alcuni importanti eventi, come ad esempio l’accensione della lampada votiva e la consegna della Candelora d’oro, sono già trascorsi nei giorni precedenti, tanti altri appuntamenti rischiano di dover entrare nelle vostre agende, in quanto imperdibili.

Stiamo parlando, ad esempio, degli eventi del 3 febbraio come la Carrozza del Senato, l’offerta della cera e l’atteso spettacolo piromusicale “da sira 0′ tri”. Le 12 candelore, nelle prime ore del mattino, sbucheranno dalle principali vie del centro storico di Catania (come ad esempio via Garibaldi, la Pescheria, Porta Uzeda) per rendere omaggio a Sant’Agata, prima di procedere nella classica sfilata lungo la via Etnea. A seguire toccherà al Senatus Populusque Catanensium farsi largo lungo la principale via della città con il tradizionale passaggio delle Carrozze del Senato che, con a bordo le principali autorità cittadine, partirà dalla Corte di Palazzo degli Elefanti per raggiungere la chiesa di Sant’Agata alla Fornace (conosciuta anche come chiesa di San Biagio) nella parte nord di piazza Stesicoro.

Da quel momento in poi si entrerà in religioso silenzio, con le 12 candelore in rigoroso ordine che chiuderanno la processione dell’offerta della cera, altro classico appuntamento che vedrà associazioni agatine e ecclesiastiche, i comuni della provincia etnea, diversi ordini e società legate alla città di Catania, sfilare lungo la via Etnea sino ad arrivare all’interno della Cattedrale, per omaggiare la Santa Patrona di Catania.

La festa di Sant’Agata è religione, folklore, ma anche tradizione. Infatti, come di consueto, la popolazione catanese affollerà nel tardo pomeriggio piazza Duomo per gli attesi e noti fuochi d’artificio “da sira o’ tri. Lo spettacolo piromusicale, eseguito anche quest’anno dalla famiglia Vaccalluzzo per quanto concerne i fuochi d’artificio e dalla “Corale Tovini” per quel che riguarda la componente musicale, avranno inizio a partire dalle ore 20, cui seguirà il concerto in onore di Sant’Agata della stessa corale cittadina.

E tra le vie della città ai piedi del vulcano si sente echeggiare “Cittadini! Evviva Sant’Agata!“.

Speciale Test Ammissione