Università di Catania

Studiare moda in Italia, quale università scegliere?

Quello della moda è un settore riservato a pochi appassionati intenditori. Per lavorare in questo mondo ci vuole non solo tanta passione, ma anche un’ottima preparazione e formazione.

Il campo della moda è davvero molto ampio in quanto, oltre al fashion design,  presenta una vasta  scelta di corsi fra cui accessori, storia del costume, business e marketing della moda, styling e comunicazione. In Italia, da Nord a Sud dello stivale, le diverse università pubbliche di moda offrono un percorso di studi triennale accessibile con un test di ammissione dopo il conseguimento del diploma di maturità. Alcune di queste garantiscono agli studenti diversi sbocchi professionali, sia in Italia che all’estero, e vantano tra i loro ex allievi personaggi oggi importanti all’interno del fashion system.

Tra le università pubbliche, che formano gli stilisti del domani sotto un profilo tecnico, ricordiamo: il Politecnico di Milano, che presenta corsi di Laurea di primo livello in Design della moda e la magistrale in Design per il sistema moda, la Seconda Università degli Studi di Napoli e l’ Università Iuav di Venezia.  Dal 2003, l’Università La Sapienza di Roma presenta tra i vari percorsi di laurea quello in Scienze della Moda e del Costume, che prevede tra i vari insegnamenti anche quello di cinema, fotografia e televisione, disegno ed economia. Per quanto riguarda la comunicazione,  l’Università degli Studi di Milano ha inserito da qualche anno la laurea magistrale in Editoria, Culture della Comunicazione e della Moda accessibile tramite un test di ingresso.

A proposito dell'autore

Viviana Guglielmino

Classe 1994, studentessa di lettere moderne presso l'Università degli studi di Catania. Scrivo per passione e leggo per diletto. Amo la storia, la moda (in tutte le sue sfumature) e la mia collezione di Vogue