Altro Attualità

La strana sindrome della vibrazione fantasma: ecco cos’è

whatsapp
Dev’esservi capitato almeno una volta: sentire il vostro cellulare vibrare, affrettarsi a recuperarlo dalla tasca dei vostri jeans per poi accorgersi che in realtà non è arrivato alcun messaggio o e-mail.

Nel caso in cui vi fosse successo sappiate che non c’è nulla da temere: si stratta infatti di una strana allucinazione, dal nome di sindrome della vibrazione fantasma e a soffrirne, secondo una ricerca condotta dallo Georgia Institute of Technology, sarebbero 9 soggetti su 10.

Robert Rosenberger, a capo della ricerca, ha studiato il fenomeno, concludendo che si tratterebbe in realtà di piccoli e frequenti spasmi muscolari percepiti come vibrazioni corporee, e secondo i sondaggi effettuati ben il 90% dei soggetti ‘affetti’ dalla sindrome afferma di non esserne affatto disturbato.

Se da un lato desta stupore l’alto numero di casi riscontrati, dall’altro è importante sottolineare come questo particolare fenomeno non metta in nessun modo a rischio l’incolumità dei soggetti ‘colpiti’. Secondo gli studiosi le cause potrebbero essere due, la prima imputabile all’effetto nocivo che la tecnologia sta producendo sul nostro cervello e, di conseguenza, sulle nostre sensazioni. La seconda potrebbe essere collegata alle nostre ansie: parrebbe, infatti, che l’ossessivo controllo di dati e possibili messaggi ci spingerebbe verso un bisogno (nocivo) di rispondervi il prima possibile, rendendo di conseguenza il nostro carattere maggiormente soggetto a nervosismo e irritabilità.

Che sentiate o meno il vostro cellulare vibrare non affrettatevi a  rispondere, mal che vada avrete semplicemente posticipato di qualche ora e i vostri gruppi WhatsApp saranno sempre lì ad aspettarvi.