Altro Attualità Società

Perception of Perfection: quando la perfezione non è uguale per tutti

2015-08-18 12.53.06Inutile negare che uno dei desideri piu grandi, che (quasi) ogni essere umano ha, è  quello di avere un corpo perfetto.

Da secoli e secoli, dalla notte dei tempi, uomini e donne hanno sempre fatto di tutto per poter raggiungere i canoni di bellezza del loro tempo: dall’Antico Egitto alla Grecia Classica, da Roma al Medioevo, dal Rinascimento alla Belle Èpoque fino ai giorni nostri, il fil rouge è  sempre lo stesso: il corpo perfetto.

Ma cosa si intende con l’espressione “corpo perfetto“?

Darne una definizione è davvero molto complesso: vanno esaminati diversi fattori, come il momento storico, l’etnia, la cultura di un popolo, la posizione geografica nel globo, la moda, che una stagione ci vuole algide e filiformi e la successiva accoglienti e formose.

Qualcuno ha però deciso di raccogliere tutte queste variabili e di dare vita ad una speciale equazione che ha portato a un sorprendente risultato: la perfezione esiste, ma non è uguale per tutti.

Questo “qualcuno” è la Superdrug Online Doctors, una farmacia online del Regno Unito, che, grazie a “Perception of Perfection” è riuscita a dimostrare al mondo come i canoni della bellezza perfetta cambino da Paese a Paese.italia

Per portare avanti questo progetto, l’azienda ha assunto designers provenienti da tutto il mondo. Il loro compito? Elaborare, con l’ausilio di Shutterstock (un motore di ricerca dedicato a immagini, video, musica e grafica vettoriale), immagini che riproducano gli standard della bellezza perfetta del loro Paese di provenienza.

Dal comunicato stampa della S.O.D. si legge che “l’ obiettivo di questo progetto e stato quello di voler elaborare una conoscenza maggiore delle potenzialita degli standard di bellezza ed osservare come questi possano variare in ogni parte del mondo“.

I 18 grafici hanno avuto la possibilità di intervenire su tutto, così da poter avere un’immagine quanto più fedele possibile ai reali canoni di perfezione dei vari paesi collaboratori.

Sempre dal comunicato si legge che, dei designers selezionati, 4 sono uomini e questa scelta è così motivata: “sono stati selezionati 4 uomini ai quali è stato chiesto di realizzare la loro immagine modello basandosi sui messaggi sociali che le donne ricevono nei loro paesi, che indicano come dovrebbe essere un corpo perfetto“.

A progetto concluso, si è notato come alcune immagini si discostino poco dalla foto originale, mentre altre sono state dal tutto stravolte, per esempio nel caso di Cina e Italia, che hanno modificato l’immagine originale allungando e assottigliando braccia e gambe della modella, o come nel caso dei Paesi Sudamericani che hanno riportato in toto i canoni della bellezza delle loro donne con seni e fianche generosi ma vitini di vespa.