Attualità Musica

Un 25 Aprile al Basula Fest 2013. Il racconto della giornata.

basula06 Basula è una festa che sogna di aggregare grandi e piccini, nonne e nipotini, ragazze e ragazzacci… Un progetto che vuole creare attraverso la festa un momento di aggregazione popolare fatto di libertà, musica e tradizione…”

Come ogni anno, impossibile mancare all’edizione 2013 del Basula Fest, un’iniziativa culturale, enogastronomica, musicale, artistica ma, più di tutto, popolare, targata Sicilia. Sotto ai piedi dell’Etna, nell’accogliente boschetto del Parco dei Cosentini (Santa Venerina) si è svolta ieri la festa che ha visto riuniti musicisti e musicanti, cantastorie, intrattenimenti illusionistici per bambini. IFTanta, tantissima la gente accorsa per godersi gli ospiti di quest’anno: dagli IPERcusSONICI (Suoni antichi per musica futura), ai Pupi di Surfaro(Sutta terra, terra di sutta), i Musica Liquida (etnica e jazz tra inediti e citazioni), vari e numerosi ospiti, concludendo in serata col dj set in sicilian raggae style dei Volkano Crew. Il tutto contornato da marionette, mostre fotografiche e di pittura, bancarelle vintage e di artigianato locale.

basula05

Accolti dalle note incalzanti di musica varia, tra cover di Blues Brothers, Alanis Morisette, Bob Marley e molto altro, ci siamo subito resi conto che c’era posto per gente di ogni etnia e di ogni genere, spazio per cani di ogni razza, ma tutto e tutti accomunati da un’unica peculiarità: la voglia di divertirsi liberamente e di far “caciara” nel rispetto della natura!

Unica nota dissonante la fila chilometrica per arrivare ad accaparrarsi un panino, con un solo stand disponibile, ma, a giudicare dai dolci caserecci a prezzi decisamente popolari e bassissimi, ne è proprio valsa la pena.

A proposito dell'autore

Cristina Chinaski

Cristina Chinaski nasce a Catania dove tuttora risiede. Ama viaggiare, fotografare, leggere, scrivere. Ha una passione viscerale per la musica, suona il pianoforte, colleziona vinili e adora il cinema.