Università di Catania

UNICT- Prima laurea europea a doppio titolo in Scienze Motorie

laureati scienze motorie
Università di Catania, la prima laurea a doppio titolo europeo in Scienze Motorie: le parole del Magnifico Rettore in videoconferenza

Martedì scorso, nella sede principale della Fujian Normal University a Fuzhou, si è tenuta una cerimonia solenne per la laurea di 28 studenti in Scienze Motorie, che hanno conseguito il doppio titolo grazie alla convenzione internazionale del 2018 tra l’Università di Catania e l’ateneo cinese.

Questa convenzione, una delle poche in Europa nel campo delle Scienze Motorie, consente agli studenti di ottenere un titolo riconosciuto in entrambi i Paesi senza necessità di equipollenza, promuovendo la mobilità internazionale.

Le parole del Magnifico Rettore

La cerimonia è stata presieduta dal prof. Giuseppe Musumeci, presidente del CdS in Scienze Motorie dell’Università di Catania, che ha consegnato le pergamene Unict ai neolaureati cinesi. Durante la cerimonia, è stato presentato un videomessaggio di auguri del rettore Francesco Priolo. «Le porte dell’Università di Catania sono sempre aperte per voi – ha sottolineato il rettore – se vorrete tornare nella nostra città per continuare ad arricchire la vostra preparazione, per altri corsi di laurea magistrale e master, troverete docenti pronti ad accogliervi nuovamente e a fare del loro meglio per garantirvi una formazione di alto livello».

L’avventura didattica per gli studenti cinesi è iniziata tre anni fa in modalità a distanza a causa della pandemia. Dallo scorso anno, l’Università di Catania ha potuto finalmente accoglierli, offrendo lezioni pratiche più intensive. Queste lezioni hanno permesso agli studenti di apprendere i fondamentali e le metodologie di allenamento degli sport di squadra e individuali. In particolare, hanno migliorato le loro competenze e abilità motorie, approfondendo la legislazione del gioco del calcio, grazie alla collaborazione con l’Associazione Italiana Arbitri (AIA) e la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC).

Le dichiarazioni del Prof. Musumeci

«Un’esperienza assolutamente emozionante – ha osservato il prof. Musumeci -, che mi ha permesso di conoscere le loro usanze e i loro costumi durante una cerimonia così prestigiosa. Nel mio discorso ho voluto ribadire quanto sia strategica questa convenzione che ci permette di valorizzare i programmi di mobilità internazionale e ad elaborare strategie di ricerca e didattica finalizzate alla crescita di entrambi gli atenei. Attualmente in Europa questa è una delle poche convenzioni stipulate tra due atenei stranieri nel campo delle Scienze motorie grazie anche all’ininterrotto lavoro svolto dalle aree Didattica e Rapporti istituzionali dell’Ateneo e al convinto supporto del rettore Priolo».

«Il bilancio finora è assolutamente eccellente – ha aggiunto  -, adesso continuiamo con gli altri tre cicli di studenti che stanno ancora studiando per arrivare al traguardo del doppio titolo. Abbiamo avuto il piacere di lavorare con studenti e studentesse molto disciplinati e applicati, la cosa che mi ha colpito di più è stata la loro purezza d’animo, la genuinità, la collaborazione che hanno tra di loro, ed il grande rispetto per l’operato dei docenti italiani che ogni semestre vanno ad insegnare in Cina».


 Lavoro Sicilia, assunzioni nei comuni dell’Isola: le posizioni