Catania

Catania, donna maltrattata chiede aiuto dall’auto: arrestato pregiudicato 32enne

volante-polizia
Un 32enne pregiudicato è stato tratto in arresto per i reati di maltrattamenti familiari, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Con un recente comunicato, la Questura di Catania ha reso noto l’arresto, da parte della Polizia di Stato, di un 32enne catanese per il reato di maltrattamenti familiari.

Il fatto

La nota recita, infatti, che mentre i poliziotti dell’Ufficio Generale e Soccorso Pubblico erano impegnati in alcune operazioni di controllo del territorio in zona Viale Mario Rapisardi, la loro attenzione è stata attirata da un veicolo che procedeva a velocità sostenuta e al cui interno vi era una donna che chiedeva animatamente aiuto. Gli agenti, pur salendo a bordo della volante per poter intercettare l’auto, non sono però riusciti a raggiungere il mezzo anche a causa dell’intenso traffico veicolare.

I poliziotti hanno dunque prontamente allertato la Sala Operativa, apprendendo che poco prima la stessa donna aveva contattato il Numero Unico di Emergenza, riferendo delle percosse da lei subite dall’uomo: pochi attimi dopo, però, la telefonata era stata interrotta.

L’indagine

In seguito ai dovuti accertamenti, operatori ed agenti sono riusciti ad identificare la donna e a risalire al suo domicilio, notando per di più l’auto sulla quale l’uomo e la donna erano stati visti viaggiare. Dopo essere riusciti ad entrare nel domicilio della coppia grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco, gli agenti hanno trovato la donna insieme al compagno e ai quattro figli minori.

La donna, visibilmente scossa, ha poi confessato di aver subito più vessazioni da parte del 32enne violento, raccontando oltretutto che questi le avesse in passato procurato la rottura del setto nasale e di una mano. A quel punto, l’individuo ha iniziato ad inveire e a minacciare di morte i poliziotti i quali, al disbrigo delle attività di rito, lo hanno tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia ed indagato per i reati di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Il 32enne – che in precedenza aveva già ricevuto un Avviso Orale da parte del Questore di Catania – è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, mentre la donna e i quattro figli minori sono stati trasferiti in un diverso domicilio.


Catania, “Magico Natale” a Palazzo Biscari: presenti decine di artigiani locali