Lavoro, stage ed opportunità

Servizio Civile 2022: online bando per 2.613 posti: info e scadenze

Servizio Civile 2022 bando
Servizio Civile 2022, tutto quello che c'è da sapere su come presentare la domanda di partecipazione e scegliere il progetto più adatto tra quelli disponibili quest'anno.

Servizio Civile 2022, online il bando per la selezione di 2.613 operatori volontari da inserire nei progetti di Servizio civile digitale, di Servizio civile ambientale e di Servizio civile universale. Il bando è rivolto ai giovani tra i 18 e i 28 anni che potranno scegliere tra 268 progetti all’interno di tutto il territorio nazionale. Per gli operatori è previsto un compenso mensile di 444,30 euro. Ad esso può essere aggiunto un rimborso per le spese di viaggio nel caso in cui si risieda in un luogo differente a quello del progetto.

La candidatura può essere presentata entro le 14.00 del 30 settembre 2022 per via telematica, attraverso la piattaforma DOL con SPID. Tutti i progetti saranno avviati entro il 30 dicembre. I posti sono suddivisi in tre categorie:

  • n. 1.638 posti in 146 progetti afferenti a 62 programmi di intervento del “Servizio civile digitale
  • n. 522 posti in 66 progetti afferenti a 26 programmi di intervento per la sperimentazione del Servizio civile digitale
  • n. 441 posti in 54 progetti afferenti a 22 programmi di intervento del “Servizio civile ambientale
  • n. 12 posti in servizio in 2 progetti, afferenti a 1 programma di intervento da realizzarsi in Italia presentato e autofinanziato dal Comune di Latina – Servizio Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili 

Sarà possibile scegliere e presentare domanda solo per un  progetto tra quelli disponibili nell’offerta del Servizio Civile 2022. Alcuni progetti prevedono una riserva di posti per chi ha minori opportunità, nel particolare a ragazzi con disabilità, bassa scolarizzazione, difficoltà economiche, care leavers e giovani con temporanea fragilità personale e sociale. Inoltre, in alcuni progetti è previsto un periodo di tutoraggio da 1 a 3 mesi, tutti i dettagli sono presenti nelle schede di sintesi dei bandi.

Servizio Civile 2022: i requisiti

Ecco i requisiti principali per poter partecipare al bando del Servizio Civile 2022:

  • Cittadinanza italiana o cittadinanza in uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea oppure di un Paese extra Unione Europea con regolare permesso di soggiorno;
  • Aver compiuto 18 anni e non aver compiuto i 29 anni di età (28 anni e 364 giorni) nel momento in cui si presenta la domanda;
  • Assenza di alcun tipo di condanna anche non definitiva, anche di entità inferiore, per qualsiasi tipo di delitto non colposo.

Possono essere richiesti altri tipi di requisiti a seconda del progetto e degli enti. La selezione dei candidati sarà effettuata dall’ente del progetto che disporrà delle apposite commissioni con eventuale valutazione del titoli ed esperienza nel caso in cui ci sia un numero elevato di candidati. Il tutto seguito da un colloquio.

Motivi di esclusione

  • appartenenza a corpi militari e forze di polizia;
  • interruzione di un progetto di servizio civile universale, digitale o finanziato dal PON-IOG “Garanzia Giovani” prima della scadenza prevista;
  • avere legami lavorativi con l’ente titolare del progetto rapporti di lavoro/di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure aver avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando; in tali fattispecie sono ricompresi anche gli stage retribuiti.

Servizio Civile 2022: come scegliere i progetti

I progetti avranno durata tra gli 8 e i 12 mesi, con un orario di servizio pari a 25 ore settimanali oppure con un monte ore annuo che varia, in maniera commisurata, tra le 1.145 ore per i progetti di 12 mesi e le 765 ore per i progetti di 8 mesi. Per aiutare i volontari a scegliere, ogni ente pubblica sul proprio sito internet una scheda sintetica per ciascun progetto e tutte le informazioni utili per orientarsi nella scelta.

Alla fine dell’esperienza, i volontari avranno un attestato di riconoscimento per la certificazione di riconoscimento e valorizzazione delle competenze, grazie anche al percorso di certificazione delle competenze digitali per ciascun operatore volontario.

Per ulteriori informazioni e dettagli, si suggerisce di consultare i bandi e i siti internet dei singoli enti.

Università di Catania