Università in pillole

Muore mentre va a consegnare la tesi: l’università gli conferisce la laurea

Roberto Frigerio
Una carriera impeccabile, poi il tragico incidente: così è venuto a mancare Roberto, giovane studente dell'Università degli Studi di Milano Bicocca. Ma l'Ateneo ha voluto proclamarlo ugualmente dottore, conferendogli una laurea alla memoria.

L’Università è fonte di gioie e preoccupazioni, soddisfazioni, dolori e, talvolta, nei casi più sfortunati, immani tragedie. Sfortunatamente, questo è il caso del giovanissimo Roberto Frigerio, 25enne iscritto all’Università degli Studi di Milano Bicocca, venuto tragicamente a mancare lo scorso 9 settembre dopo un gravissimo incidente accaduto proprio mentre andava a consegnare le slides della tesi di laurea, per sostenere il suo ultimo esame.

Un dolore immenso quello dei familiari, che raccontano ai giornali di quanto amasse la scienza e di quanto si fosse dedicato agli studi universitari, ma anche dei professori, tra cui proprio il suo relatore, Carlo Antonini, il quale racconta come fosse una persona affidabile. Lo aspettavamo per l’ultimo esame e quando non lo abbiamo visto arrivare ci siamo subito preoccupati”.

Ma una consolazione, seppur dolceamara, è arrivata per i familiari: il ragazzo sapeva che doveva laurearsi il 12 ottobre, e l’Ateneo ha fatto in modo che accadesse, consegnandogli la laurea alla memoria, ritirata dai genitori, dalla sorella e da tutti i suoi amici. Roberto, così, è ora dottore: la sua tesi, sui materiali innovativi per le leghe metalliche, varcherà i confini italiani, venendo discussa ad un convegno internazionale dalla sua tutor, Elena Villa.

I genitori, ringraziando per il diploma di laurea ricevuto, hanno comunque voluto lanciare un appello: “chiediamo l’aiuto di chi, passando sulla Valassina giovedì 9 settembre poco prima delle 14, ha visto l’incidente di cui è rimasto vittima mio figlio. Quella è una strada molto trafficata ed è impossibile che nessuno abbia visto cosa sia successo a Roberto. Una loro testimonianza, anche solo di un piccolo particolare, potrebbe essere molto utile per ricostruire la dinamica della caduta” e, forse, aiutare i familiari di Roberto a trovare, infine, una piccola consolazione.