Catania

Aspettava la ex armato di coltello: arrestato stalker nel Catanese

Arresto a Catania
Perseguitava la donna con cui aveva avuto precedentemente una relazione: l'attendeva fuori dal posto di lavoro con un coltello nello zaino.

Nel Catanese ancora storie di stalking e violenza nei confronti delle donne. A due giorni di distanza dal femminicidio di Vanessa Zappalà, i Carabinieri della compagnia di Gravina di Catania hanno arrestato in flagranza di reato un 33enne originario di Aci Castello: l’uomo è accusato di atti persecutori e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Gli agenti hanno colto l’uomo davanti al luogo in cui lavora l’ex convivente e hanno trovato, all’interno del suo zaino, un coltello. L’arma è stata sequestrata mentre l’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato posto ai domiciliari.

L’intervento dei militari è giunto dopo la segnalazione della vittima, di 36 anni, che aveva notato il 33enne fuori dal posto di lavoro, a bordo di un’auto parcheggiata.

Anche lei aveva proceduto, lo scorso 11 agosto (tre giorni dopo la fine della relazione con l’uomo), con la denuncia per stalking. La donna avrebbe deciso di lasciare l’uomo proprio per via delle violenze psicofisiche subite.

Dal giorno dell’allontanamento l’ex convivente, ostinato nel voler riprendere la relazione, avrebbe continuamente perseguitato la donna tramite messaggi e telefonate: la 36enne è stata persino costretta a bloccare il numero dell’uomo.

In seguito alla denuncia, come da protocollo condiviso con la Procura di Catania, i carabinieri hanno fornito alla vittima il numero di un cellulare cui poter chiamare giorno e notte per qualsiasi esigenza legata alla situazione: nelle scorse ore questo contatto è stato utilizzato prontamente dalla donna per chiedere aiuto.

Speciale Test Ammissione