Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Vigili del Fuoco: bando per 314 ispettori antincendi

concorso vigili del fuoco
Immagine di repertorio.
Concorso Vigili del Fuoco: il Corpo Nazionale mette al bando ben 314 posti come ispettori antincendi. Ma quali sono i requisiti e la scadenza da rispettare?

Concorso Vigili del Fuoco: è apparso nella Gazzetta Ufficiale un nuovo concorso pubblico, da svolgersi per esami, presso il Ministero dell’Interno. Ad essere messi al bando, stavolta, sono ben 314 posti all’interno del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco: la posizione espressamente richiesta è quella di ispettore antincendi. Ma quali sono i requisiti che chi vuol candidarsi deve possedere? Come verranno ripartiti i 314 posti? Tra quanto tempo scadrà il bando?

Concorso Vigili del Fuoco: ripartizione dei posti

Prima di parlare dei requisiti, chi vuol mettersi alla prova e candidarsi al concorso pubblico deve tenere in conto la ripartizione dei posti messi a bando, così come recitato in Gazzetta:

  • un sesto dei posti messi a concorso andrà a tutto il personale che espleta funzioni operative in possesso dei requisiti richiesti dal bando, ad esclusione dei limiti di età;
  •  il dieci per cento dei posti andrà al personale volontario del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco che, alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione, sia iscritto negli appositi elenchi da almeno sette anni ed abbia effettuato non meno di duecento giorni di servizio, fermi restando gli altri requisiti previsti dal bando;
  • il due per cento dei posti andrà agli ufficiali delle Forze armate che abbiano terminato senza demerito, alla data di scadenza del termine utile stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione, la ferma biennale, fermi restando gli altri requisiti previsti dal bando;
  • i posti riservati non coperti saranno conferiti agli altri concorrenti, secondo l’ordine della graduatoria di merito.

Concorso Vigili del Fuoco: i requisiti

Per partecipare al concorso vi sono dei requisiti specifici. In particolare, secondo quanto previsto dal bando saranno importanti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti politici;
  • età non superiore ai trent’anni. A proposito di questo, vi è un’ulteriore distinzione da fare: infatti, non vi è limite d’età se a partecipare è il personale che espleta funzioni operative del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco (destinatario della riserva di un sesto dei posti prima citati). Limite fissato ai 37 anni, infine, per i partecipanti appartenenti al personale volontario del Corpo;
  • idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio;
  • laurea in ingegneria o architettura, con abilitazione professionale attinente.

Le prove

Nei riguardi delle prove, il bando avvisa che “qualora il numero delle domande presentate superi di dieci volte il numero dei posti messi a concorso, l’ammissione alle prove di esame può essere subordinata, con decreto del Capo del Dipartimento, al superamento di una prova preselettiva. In tal caso, “l’eventuale prova preselettiva consiste nella risoluzione di quesiti a risposta multipla vertenti sulle materie oggetto delle prove di esame”.

Le prove d’esame saranno due: una scritta e una orale. La prima consisterà “nella stesura di un elaborato ovvero nella risposta sintetica a quesiti o nella soluzione di quesiti a risposta multipla” vertendo sulla geometria delle masse e sulla scienza delle costruzioni. A scelta, poi, vi saranno delle domande sui seguenti argomenti: elettrotecnica e impianti, meccanica e macchine o idraulica.

La prova orale, invece, verterà su argomenti come: fisica, chimica, topografia, elementi di normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, elementi di normativa tecnica e procedurale di prevenzione incendi, elementi di diritto amministrativo e costituzionale, ordinamento del Ministero dell’Interno.

Verrà inoltre accertata la conoscenza di una lingua straniera a scelta tra inglese, francese, spagnolo e tedesco e la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse. Entrambe le prove verranno considerate superate con una votazione a partire da 21/30.

Domande e scadenza bando

Come spiegato dal bando, per partecipare al concorso Vigili del Fuoco bisognerà presentare la propria domanda esclusivamente per via telematica, alla sezione “concorsi online” del sito dei Vigili del Fuoco. Per accedere all’istanza online, bisognerà possedere un’identità digitale, o SPID. Il termine ultimo, infine, entro il quale inviare la propria partecipazione, è fissato entro e non oltre l’8 luglio 2021.

Concorsi Sicilia, Università di Catania assume: le posizioni