Attualità

Nuovo decreto Draghi, novità su riaperture: cosa cambierà

Nuovo decreto Draghi
Nuovo decreto Draghi presto in vigore: il testo dovrebbe contenere anche alcune novità circa le riaperture in Italia. Ecco cosa potrebbe cambiare.

Nuovo decreto Draghi: quando arriverà? Come riportato da Today, esso potrebbe essere pronto già questo fine settimana. Le principali novità del testo dovrebbero riguardare lo slittamento dell’orario del coprifuoco e maggiori riaperture per le attività.

La cabina di regia del Governo, che avrà come tema centrale il coprifuoco ma che affronterà anche altri temi, è fissata per lunedì e il nuovo decreto potrebbe entrare in vigore a partire da lunedì 24 maggio.

Vediamo, quindi, nel dettaglio, cosa potrebbe contenere il nuovo decreto Draghi.

Coprifuoco

Secondo quanto dichiarato dal Presidente il coprifuoco non sarà cancellato e ci vorrà ancora qualche giorno perché si decida di farlo slittare alle 23. Nelle scorse ore Mario Draghi ha, infatti,  precisato quanto importante risulti ancora “bilanciare le ragioni dell’economia con quelle della salute.”

Tuttavia, sullo slittamento di almeno di un’ora si dubita ormai ben poco. Secondo le ultime indiscrezioni,  questo potrebbe scattare già a partire da lunedì 24 maggio, giorno in cui il nuovo decreto Draghi dovrebbe entrare in vigore.

Il calendario delle riaperture

Il nuovo decreto Draghi dovrebbe contenere anche indicazioni relative alla riapertura dei centri commerciali nei weekend: questa sarebbe prevista già da fine maggio. Non ci sono, invece, ancora indicazioni sulle riaperture di piscine coperte, parchi tematici e ristoranti al chiuso.

Nelle scorse ore, il Presidente Mario Draghi ha anche fatto riferimento ai disagi vissuti da chi lavora nel comparto matrimoni e da chi, invece, desidera semplicemente sposarsi.

È fondamentale avere pazienza – ha precisato – per evitare che una occasione di gioia e spensieratezza si trasformi in un potenziale rischio per i partecipanti.”  Stando alle ipotesi, però, il settore wedding potrebbe ripartire dal 15 giugno. 

Inoltre, Draghi dichiara: “Il nostro obiettivo è riaprire al più presto l’Italia al turismo” e annuncia che sarà ampliata “la sperimentazione dei voli Covid-tested, che includa più linee, più rotte e più aeroporti“.

 Sicilia zona gialla dal 17 maggio? Si attende l’ufficialità