Università in pillole

INPS, borse di studio per universitari al via: i requisiti

bonus inps universitari
INPS studenti: a breve il via alla presentazione delle domande per candidarsi alle ambite borse di studio offerte dall'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Cosa serve per partecipare?

INPS borse di studio: non manca molto all’attesissima apertura dei termini per presentare la propria domanda per candidarsi alle borse di studio per studenti offerta dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. I bonus offerti dall’INPS sono davvero per tutti: potranno partecipare, infatti, anche quegli studenti le cui famiglie possiedono un’ISEE superiore ai 40.000 euro.

Ma quando si potranno presentare le domande, e tentare di ricevere l’ambito aiuto economico da parte dell’INPS? Come andranno presentate? Di seguito, una guida alla compilazione della domanda.

Bando INPS, borse di studio per universitari

INPS borse di studio: le tipologie

Prima di analizzare le diverse tipologie di borse di studio offerte dall’INPS, tra le quali ogni studente dovrà scegliere in base al proprio percorso, bisogna ricordare che le domande andranno presentate relativamente all’A.A. 2018/19. Come riportato sul bando, le dette tipologie sono esattamente 6. Come “gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali“, vengono offerte le seguenti tipologie di borse di studio:

  • 7300 borse per corsi universitari di laurea, da € 2.000 ciascuna, riservate a corsi universitari di laurea triennale o laurea magistrale o a ciclo unico, di Conservatorio o Istituti Musicali parificati e Accademie di Belle Arti, o corrispondenti a corsi di studio all’estero legalmente riconosciuti;
  • 250 borse per corsi universitari di specializzazione post lauream da € 1.000 ciascuna, relative a corsi universitari di specializzazione post lauream.

Come “gestione assistenza magistrale“, invece:

  • 1710 borse per corsi universitari di laurea, da € 2.000 ciascuna, riservate a corsi universitari di laurea triennale o laurea magistrale o a ciclo unico, di Conservatorio o Istituti Musicali parificati e Accademie di Belle Arti, o corrispondenti a corsi di studio all’estero legalmente riconosciuti;
  • 50 borse per corsi universitari di specializzazione post lauream da € 1.000 ciascuna, relative a corsi universitari di specializzazione post lauream.

Infine, come “gestione ex Ipost” vengono offerte:

  • 45 borse per corsi universitari di laurea, da € 2.000 ciascuna, riservate a corsi universitari di laurea triennale o laurea magistrale o a ciclo unico, di Conservatorio o Istituti Musicali parificati e Accademie di Belle Arti, o corrispondenti a corsi di studio all’estero legalmente riconosciuti;
  • 5 borse per corsi universitari di specializzazione post lauream da € 1.000 ciascuna, relative a corsi universitari di specializzazione post lauream.

INPS, borse di studio: i requisiti

I requisiti da possedere, così come riportato dallo stesso bando condiviso dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, sono i seguenti:

  • età inferiore ai 32 anni alla data di scadenza del Bando;
  • non aver già fruito, per l’anno accademico 2018/2019, di altre provvidenze analoghe erogate dall’Istituto, dallo Stato, dagli Enti regionali per il diritto allo studio universitario o da altre Istituzioni pubbliche o private di valore superiore al 50 % dell’importo della borsa di studio messa a concorso;
  • non essere risultati vincitori del Bando INPS “Collegi Universitari” per l’anno accademico per il quale si concorre.

Non solo: vi sono degli ulteriori requisiti da seguire se si presenta domanda per borse di studio per corsi universitari di laurea.

  • non essere stati studenti ripetenti o iscritti fuori corso nell’anno accademico per il quale si concorre;
  • aver sostenuto tutti gli esami previsti dal piano degli studi scelto e approvato dall’Ateneo, relativi all’anno accademico per il quale si concorre;
  • aver conseguito tutti i crediti previsti dagli ordinamenti dei rispettivi corsi o del proprio piano di studi, in relazione all’anno accademico per il quale si concorre;
  • aver conseguito una media ponderata minima di 24/30;
  • nel caso di conseguimento del diploma di laurea nel medesimo anno accademico per il quale si concorre, aver riportato una votazione non inferiore a 88 su 110 o equivalenti.

Nel bando si tiene a ricordare come coloro che chi concorre per borse di studio per corsi universitari post lauream, devono essere iscritti ad un corso di specializzazione post lauream nell’anno accademico 2018/2019 e aver conseguito un diploma di laurea con votazione non inferiore a 92/110.

Secondo il bando, infine, “non sussiste incompatibilità con i contributi per la partecipazione al progetto Erasmus, e viene ricordato che “gli studenti che frequentano Conservatori, Istituti musicali parificati e Accademie di Belle Arti ed anche corsi di laurea possono concorrere esclusivamente per una sola tipologia di borsa di studio”.

Scadenze e modalità di invio

Le domande da inviare per candidarsi al concorso INPS borse di studio vanno presentate a partire dal prossimo 27 gennaio 2021, in maniera esclusivamente telematica, inserendo nel motore di ricerca “Borse di studio universitarie“, aprendo la relativa scheda informativa e cliccando su “Accedi al servizio”, approdando così nell’area riservata. Il termine ultimo per presentare la domanda sarà il prossimo 1 marzo 2021.


Concorso Inps: borse di studio università e post-laurea

Speciale Test Ammissione