Sport

Bonus biciclette, ripartono i rimborsi: come richiederlo

bonus mobilita bici
Bonus biciclette: ultima chance per chiedere il rimborso. Si potranno inoltrare le domande da oggi 14 gennaio fino al 16 febbraio 2021. Tutti i dettagli.

Il Bonus biciclette consiste nel rimborso del 60% dell’acquisto fino ad un massimo di 500 euro, erogabile tramite un voucher per le spese sostenute tra il 3 maggio e il 3 novembre 2020 sull’acquisto di una bicicletta, anche assistita, di un e-bike, di un monopattino, anche elettrico, e servizi di mobilità condivisa (escluso il car sharing). 

Le domande potevano essere presentate da tutti coloro che avevano residenza in comuni con un numero di abitanti inferiore a 50.000, infatti, ciò ha destato molte critiche poiché sono rimasti fuori molti cittadini tra cui i  pendolari e i fuori sede perché residenti in comuni con popolazioni inferiori ai 50.000, come ad esempio anche molti studenti fuori sede che vivono nei capoluoghi di provincia ma non possono approfittare del rimborso poiché domiciliati in comuni più piccoli.

Bonus biciclette: nuova finestra per il rimborso

Da oggi si è aperta l’ultima finestra per poter richiedere il bonus bici per chi aveva presentato domanda entro lo scorso 9 dicembre 2020. Infatti, in questo secondo mandato di rimborso dell’acquisto della bici vi sono “gli esclusi”, ovvero coloro che per esaurimento fondi non avevano ricevuto alcun rimborso durante il click day nonostante l’acquisto di bici, monopattini o un servizio tra quelli incentivati dal Programma sperimentale.

Infatti, il giorno dopo che la piattaforma www.buonomobilita.it risultò essere bloccata, il ministro dell’Ambiente Sergio Costa a seguito di critiche da parte dei cittadini li aveva rassicurati dichiarando: “rimborseremo tutti, nessuno resterà indietro”.  

Sergio Costa ha mantenuto quanto detto, poiché vi sarà un secondo mandato di pagamento per il rimborso del bonus bici e si potrà richiedere da oggi 14 gennaio a partire dalle ore 9 e fino al 15 febbraio 2021. Per poter fare richiesta bisognerà allegare la ricevuta dell’avvenuto pagamento, ovvero la  fattura o lo scontrino e bisognerà inoltre inserire i propri dati sul sito predisposto dal ministero dell’Ambiente. Il rimborso sarà reso disponibile a partire dal 16 febbraio 2021, ovvero dal giorno successivo all’avvenuta chiusura della presentazione delle domande.

Rimani aggiornato