Attualità

Regioni a rischio zona rossa: ecco quali sono

sicilia comuni zona rossa
ANSA/MASSIMO PERCOSSI
In queste ultime ore non si fa che parlare di Regioni a rischio zona rossa: aree, queste, per cui non si esclude l'introduzione di nuove e più severe misure. Di seguito tutte le ipotesi a riguardo.

Nonostante siano attualmente contraddistinte da un altro colore, alcune aree sono state recentemente indicate come probabili Regioni a rischio zona rossa. Cosa determinerà questa trasformazione? Secondo le ultime indiscrezioni, le Regioni a rischio zona rossa dovranno attendere il prossimo report dell’Istituto Superiore di Sanità per conoscere con certezza il proprio destino.

Le ipotesi

In attesa di scoprire le decisioni, in evidente ritardo per via della validazione dei dati, si formulano diverse ipotesi.

Quali sono le Regioni a rischio zona rossa? Toscana, Campania, Veneto, Emilia-Romagna, Liguria e l’Umbria sono attualmente “colorate di giallo”. Eppure, per queste sei il passaggio alla zona arancione apparirebbe agli occhi di alcuni come ormai scontato. Inoltre, non si escluderebbe del tutto una decisione estrema: ad alcune di queste viene, di fatto, attualmente affibbiata anche l’etichetta di “Regioni a rischio zona rossa”.

Il cambio di colore è preannunciato da dati preoccupanti. Si pensi, per esempio, che la Campania ha registrato soltanto ieri 4.601 nuovi positivi mentre il Veneto ha raggiunto quota 3.362 nuovi casi.

È importante precisare che, nel frattempo, ieri l’Alto Adige ha deciso di  auto-proclamarsi zona rossa.

Nuove decisioni nelle prossime ore?

Secondo alcune fonti, è convocata per le ore 15 di oggi, 9 novembre, una riunione tra il Comitato tecnico scientifico e la cabina di regia per l’emergenza Covid. A quanto si apprende, sul tavolo gli ultimi dati arrivati dalle regioni per il monitoraggio del contagio da coronavirus in Italia.

“Oggi avremo un momento di confronto con il Cts e da li potremo capire quali regioni passeranno o meno in una situazione diversa”: ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, ospite a “Start” su Skytg24, sulla possibilità che per alcune regioni venga inasprito il coefficiente di rischio, con il passaggio da zona gialla a arancione o rossa.

Le attuali regioni rosse, arancioni e gialle

Dopo aver svelato le ipotetiche Regioni a rischio zona rossa ed in attesa di scoprire le prossime decisioni, ricordiamo l’attuale tripartizione della Penisola.

Attualmente in Italia esistono:

  • Regioni rosse: Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle d’Aosta. Si ribadisce l’ultima decisione del Trentino Alto Adige;
  • Regioni arancioni: Puglia e Sicilia;
  • Regioni gialle: Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Emilia-Romagna, Umbria, Sardegna, Marche, Molise, Abruzzo, Lazio, Campania, Basilicata.