Università in pillole

Università, prima classifica al mondo stilata da studenti: i voti agli atenei siciliani

Graduation Day Unict
Università valutate dagli studenti con classifiche per gli studenti. Questa la novità del primo StuDocu World University Ranking, che mette al centro chi vive gli atenei.

Le classifiche sulle migliori università sono argomento di costante dibattito non solo tra gli studenti, e in particolare tra le matricole, che spesso fanno riferimento a esse per valutare la qualità dell’ateneo in cui vorrebbero iscriversi, ma anche tra gli studiosi che le stilano e che attraverso la valutazione di diversi parametri determino quale università sia “migliore” di un’altra. Proprio questi ultimi, in realtà, sono da sempre i protagonisti delle graduatorie degli atenei, mentre i primi ne usufruiscono principalmente in forma passiva, come strumento di consultazione. Una metodologia che è stata ribaltata dal portale StuDocu, che ha dato voce agli studenti, a cui ha chiesto un parere sulla qualità degli studi nelle rispettive università.

Classifica Universitaria StuDocu: i voti li danno gli studenti

Il primo StuDocu World University Ranking si basa sul parere e sull’esperienza di 45 000 studenti da 563 università in Europa. Non è infatti basato su investimenti universitari o sul parere di un gruppo di esperti che decifra dati, ma sulla valutazione che gli studenti hanno dato ai loro atenei. Un punto di vista, quindi, prettamente interno alla vita in ateneo.

Una media di 60 studenti o ex studenti sono stati invitati a clasificare le università in cui hanno studiato, dando un voto da 0 a 10 sulle seguenti categorie:

  • Reputazione Accademica e Opportunità di Lavoro
  • Studio a distanza
  • Qualità dei corsi
  • Qualità della vita
  • Cibo
  • Servizi e aree comuni
  • Associazioni studentesche
  • Cultura sportiva
  • Sicurezza
  • Posizione
  • Accessibilità per studenti con disabilità
  • Diversità e inclusione
  • Aiuti finanziari
  • Alloggio
  • Possibilità di incontri

Inoltre, gli studenti hanno valutato la loro propensione a raccomandare le loro scuole ad amici e familiari. Questa è la prima volta in assoluto che una classifica universitaria presenta un “Net Promoter Score” dato dagli studenti e rivolto agli studenti. Infine, nello stilare la classifica è stato utilizzato l’algoritmo Synthetic Minority Oversampling Technique (SMOTE), per generare risposte che si conformassero statisticamente all’andamento dei punteggi effettivi. Non resta, quindi, che scoprire come se la sono cavate le università italiane in questa classifica.

Classifica università degli studenti: i voti agli atenei italiani

La StuDocu World University Ranking è divisa per continenti, dunque gli atenei italiani si trovano a competere con quelli d’Oltralpe. Nella classifica generale, domina il Regno Unito, con ben 7 istituti nella top ten. Sul podio, si trovano la Glasgow Caledonian University, l’University of St Andrews nel Regno Unito e l’Europäische Fernhochschule Hamburg in Germania.

Per trovare un’italiana, invece, bisogna scorrere un po’ di più: la prima università del Belpaese è, stando alla classifica di StuDocu, l’Università Carlo Cattaneo, in 16esima posizione con una media di 9.2. Seguono l’Università Commerciale Luigi Bocconi, 24esima, e l’Università degli Studi di Camerino, 27esima, con un punteggio rispettivamente di 9.1 e 9.0. Punteggio identico anche per l’Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria, che segue Camerino.

Molto più in basso, infine, le università siciliane, che ricevono in media voti non altissimi dai propri studenti o ex studenti. L’Università degli Studi di Catania si trova in 455 esima posizione, con una media di 7.3. A influire sul voto, i punteggi assegnati a servizi importanti per i fuori sede, che a stento raggiungono la sufficienza (Cibo 5.9 e Alloggi 6.0), ma voti bassi arrivano anche da Reputazione e Sport, entrambi inchiodati sul 6,1. Voti superiori alla media, infine, vengono assegnati per l’Inclusione (8.0), la Posizione (7.9) e la qualità dei corsi Online (7.6) e in generale (7.4).

Per quanto riguarda gli altri atenei isolani, con una media identica a quella dell’ataneo catanese, l’Università di Messina è in 464esima posizione. Punteggio ancora più basso per l’Università degli Studi di Palermo, valutata dai suoi studenti con una media di 6.9 e in 520esima posizione . Nota positiva, infine, per l’Università privata Enna Kore, prima degli atenei siciliani con un punteggio di 8.1 e la 267 posizione nella classifica europea.

Rimani aggiornato