Università in pillole

Università, novità borse di studio e fuorisede nel decreto agosto

Aula università
Il decreto di agosto contiene alcune novità che riguardano gli universitari, in particolare i fuorisede e le loro borse di studio. Ecco quali sono.

Il decreto di agosto ha ricevuto la bollinatura della Ragioneria dello Stato ed è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 agosto. Esso contiene tante novità e tante misure riguardanti scuola, lavoro, cassa integrazione e bonus. Inoltre, la manovra da 25 miliardi contiene alcune novità e vantaggi per gli studenti universitari, riguardanti in particolare le borse di studio e alcune deroghe per gli studenti fuorisede. 

Quello dell’università è un articolo che si aggiunge al capitolo scuola, che, con il decreto agosto, riceve almeno un miliardo di nuovi fondi. Ecco di cosa si tratta.

Novità borse di studio

All’articolo 33 del Decreto si legge: “Limitatamente all’anno accademico 2020/2021, le regioni, le province autonome di Trento e Bolzano e le università, per gli interventi di rispettiva competenza, possono rimodulare, nei limiti delle risorse disponibili, l’entità delle borse di studio destinate agli studenti fuori sede”.

Con questa misura, quindi, si introduce una maggiore flessibilità nella distribuzione e rimodulazione delle borse di studio. Si tratta di una misura importante che permette agli studenti fuorisede di non subire ulteriori disagi, sopratutto dopo la situazione emergenziale affrontata.

Altre novità per i fuorisede

L’articolo 33 del decreto continua, poi, affermando che le università possono considerare “come fuori sede lo studente residente in un luogo distante dalla sede del corso frequentato e che per tale motivo prende alloggio a titolo oneroso nei pressi di tale sede, utilizzando le strutture residenziali o pubbliche o altri alloggi di privati o enti, anche per un periodo inferiore a dieci mesi, purché non inferiore a quattro mesi”.

Questa parte dell’articolo è deroga ad un articolo del decreto del Presidente del consiglio dei ministri del 9 aprile 2001, che considerava studente fuorisede colui che aveva preso alloggio nel luogo della sede del corso frequentato per almeno 10 mesi. 

Si tratta di un’ottima notizia per tutti quegli universitari che hanno iniziato a seguire i corsi a settembre/ottobre e poi sono stati costretti, a causa del lockdown, ad abbandonare l’alloggio trovato.


Decreto agosto pubblicato in Gazzetta Ufficiale: i bonus approvati

Università di Catania