Attualità

Decreto agosto pubblicato in Gazzetta Ufficiale: i bonus approvati

gazzetta ufficiale
Decreto agosto pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Tutti i bonus prorogati e le novità principali del nuovo Dl da 25 miliardi in GU con data 14 agosto 2020.

Decreto agosto già pronto e pubblicato in Gazzetta Ufficiale. La manovra estiva da 25 miliardi per sostenere l’economia italiana nei mesi post-ripartenza è stata pubblicata in GU, recante data 14 agosto. Sono 115 gli articoli previsti, vediamo in cosa consistono le principali novità.

Bonus ristorante

Previsto nelle bozze del Decreto agosto, è stato adesso cancellato il bonus per mangiare all’aperto, che prevedeva in origine sconti del 20%. I fondi stanziati per questa misura sarebbero stati girati agli incentivi per chi assume al Sud, favorendo così una ripresa delle assunzioni nel Meridione.

Cassa integrazione

Prorogata, invece, la Cig per altre 18 settimane, fino a fine anno, con fondi stanziati pari ad altri 6-7 miliardi complessivi. Non si supererà, con la nuova proroga all’ammortizzatore sociale, che insieme allo stop ai licenziamenti sta aiutando i lavoratori in difficoltà, la data ultima del 31 dicembre.

Le diciotto settimane complessive approvate dal nuovo decreto-legge, infatti, dovranno riguardare un periodo compreso tra il 13 luglio 2020 ed entro e non oltre il 31 dicembre 2020.

Reddito di emergenza

Anche per il mese d’agosto, come anticipato qualche settimana fa, è stato prorogato il reddito d’emergenza variabile dai 400 agli 800 euro per le famiglie a basso reddito che non percepiscono il reddito di cittadinanza. Si tratta, come chiarito dall’INPS, di “una misura di sostegno economico approvata in seguito alla pubblicazione dell’articolo 82 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio) in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus”.

Leggi anche: Reddito di emergenza: come ricevere assegno da 400 a 840 euro

Bonus 600 euro

Il Decreto agosto amplia la platea dei beneficiari del bonus 600 euro, che nelle settimane scorse ha fatto tanto discutere per il caso di parlamentari che avrebbero chiesto e ricevuto l’assegno dall’Inps. Il bonus adesso potrà essere richiesto non solo da chi è in possesso di partita IVA, ma anche da lavoratori intermittenti, ai lavoratori stagionali e ai lavoratori autonomi privi di partita iva e i dipendenti italiani porta a porta.

Bonus 1000 euro

Infine, un’ulteriore misura riguarda il bonus da 1000 euro approvato anche per il mese d’agosto. Quest’ultimo potrà essere richiesto da lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali, che, però, abbiano dimostrato di aver subito una cessazione involontaria del loro rapporto di lavoro durante un periodo di tempo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020.

Università di Catania