News

Senza navi quarantena migranti trasferiti fuori regione: nuova ordinanza in Sicilia

nave quarantena moby zazà
Foto generica.
Nuova ordinanza in Sicilia: firmata nella serata di ieri, prevede il trasferimento sul territorio nazionale dei migranti nel caso in cui le navi quarantena non siano sufficienti.

Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci ha aggiunto due comma riguardanti l’ordinanza del 14 luglio, che disciplina dal punto di vista sanitario gli arrivi dei migranti nell’Isola. In particolare, all’interno del nuovo comma 3 si legge: “nel caso in cui le Autorità di governo non abbiamo predisposto adeguate ‘navi quarantena’, ovvero nel caso in cui le stesse sono complete nel numero massimo dei posti disponibili, il prefetto competente per territorio attiva le procedure previste per la distribuzione dei migranti sull’intero territorio nazionale informando il Ministero dell’Interno e individua una struttura per l’eventuale ospitalità dei migranti in transito verso altre destinazioni”.

L’ulteriore aggiunta, invece, si rifà al comma 4. Qui si legge: “al fine di evitare assembramenti di persone, anche alla luce del contagio crescente tra i cittadini stranieri giunti nel territorio della Regione, è fatto divieto di utilizzare qualsivoglia struttura di passaggio in contrasto con le linee guida nazionali sulla distanza minima di 1,5 mt tra ciascun soggetto ivi ospitato”.

Musumeci quindi preme sul governo nazionale affinché si renda maggiormente partecipe della situazione sbarchi in Sicilia e con una nuova ordinanza impone il trasferimento, laddove se ne verifichino le circostanze, del trasferimento dei migranti anche al di fuori del territorio dell’Isola.


Il testo della nuova ordinanza della Regione Sicilia

Rimani aggiornato