Catania

Catania, parcheggiatori abusivi all’angolo: controlli anche alla Playa

Immagine di repertorio.
Il fenomeno dei parcheggiatori abusivi sembra proseguire quasi indisturbato, nonostante i numerosi controlli: ecco perché da domani vi saranno dei veri e propri schieramenti per contrastare l'attività illegale.

Continuano senza sosta i servizi di controllo e accertamento nei confronti dei posteggiatori abusivi, fenomeno già largamente diffuso nell’area urbana catanese che però, grazie alla persistente attività della Polizia di Stato che, in ottemperanza alle direttive emanate dal Questore Mario Della Cioppa, va via via diminuendo.

Rimangono, comunque, diversi punti critici – soprattutto in centro storico e nell’area del litorale della Plaja – in cui la grande affluenza di automobilisti in cerca di posteggio per i propri veicoli crea un’allettante polo attrattivo per questi “taglieggiatori da strada” che trovano negli automobilisti una facile preda. Complice è anche l’esiguità degli spazi e, non in ultimo la connivenza di taluni guidatori che trovano molto più comodo cedere le chiavi della loro vettura a loschi figuri che assicurerebbero loro un posteggio.

Parcheggiatori abusivi: domani controlli alla Playa

Ecco perché, nella giornata di domani, un imponente servizio di controllo del territorio, specialmente dedicato al contrasto di quest’odioso fenomeno, sarà effettuato nell’area del litorale catanese della Playa, dove si prevede un grande afflusso di veicoli, in coincidenza col weekend. Uomini e mezzi saranno schierati sin dalle prime ore del mattino e batteranno “palmo a palmo” la via dei lidi balneari, alla ricerca dei posteggiatori abusivi che saranno sanzionati e allontanati immediatamente da quei luoghi.

Il fenomeno dei posteggiatori abusivi rappresenta una vera e propria piaga che, oltre al danno d’immagine per la città di Catania e l’allarme sociale che certamente desta in quanti, rispettosi delle norme del Codice della Strada e delle più elementari regole di legalità, si rifiutano di sottostare a questa “mini estorsione”, è anche la manifesta conclamazione di quel substrato criminale che, con piccoli sotterfugi e minime illegalità diffuse sul territorio, afferma la propria presenza, in dispregio delle leggi dello Stato.

Parcheggiatori abusivi: come combattere il fenomeno

Il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica in Prefettura ha più volte preso in esame questo problema, per il quale il Questore Della Cioppa, nella sua veste di Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, ha emanato precise e periodiche Ordinanze, tese a combattere il fenomeno in parola con sempre più stringenti provvedimenti preventivi e repressivi.

A fianco a tali attività, si aggiunge l’ormai conosciuta applicazione YouPol, attraverso la quale, oltre ai reati più disparati, vengono adesso segnalati anche i posteggiatori abusivi ai quali, pertanto, restano ben poche chances di continuare a “esercitare”.