Agricoltura Alimentazione e Ambiente

UNICT – Di3A tra i primi 200 al mondo per la ricerca: la posizione degli altri dipartimenti

Dipartimento Agricoltura Ambiente e Alimentazione Unict
Il Di3A scala la classifica del QS Ranking: tra i primi 200 per la ricerca scientifica della macro-area Agriculture & Forestry. Ecco la posizione degli altri dipartimenti dell'Unict.

L’Unict arriva tra i primi 200 della classifica internazionale stilata dal QS ranking Top Universities, grazie allo sviluppo della ricerca scientifica da parte del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) per la macro-area di Agriculture & Forestry.

La classifica QS tiene conto di diversi indicatori: la reputazione in ambito accademico, la reputazione all’interno del mercato del lavoro di riferimento e l’impatto scientifico della ricerca. Ed è proprio grazie alla ricerca scientifica che il Di3A guadagna posizioni di anno in anno nel QS ranking. Infatti, il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente ha registrato nel 2019 una posizione compresa tra il 250° posto e il 201°; mentre nel 2020 è passato ad un rank del range 200-151. Vale a dire, è considerato tra i primi 200 al mondo nell’ambito.

UNICT: le posizioni degli altri dipartimenti

Alcune note positive per altri dipartimenti dell’Università degli Studi di Catania entrati nella classifica di QS ranking. Ad esempio, il Dipartimento di Fisica e Astronomia risale gradualmente: è passato dal rank 451-500 (nel 2018), al rank 450-401 (2019) fino al rank 400-351. Costante sia il rank 400-351 mantenuto dal Dipartimento di Ingegneria elettrica, elettronica ed informatica e sia il rank 500-451 del Dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali.

In negativo, invece, i dati di altri dipartimenti d’Ateneo, quale il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Unict, per la macro-area Computer Science & Information System, che passa da un rank di 450-401 (2019) a quello di 500-451 (2020). Stesso rank registrato dalla Facoltà di Medicina per il 2020.

Leggi anche: Migliori università italiane: quali sono secondo il QS World University Rankings

Rimani aggiornato