Attualità

Coronavirus, tra i casi positivi al virus nel Lodigiano c’è una bimba di 4 anni

Foto archivio
Nel comune di Castiglione d'Adda, uno dei dieci comuni del lodigiano che rientrano nella cosiddetta «zona rossa», è risultata positiva al tampone anche una bambina di 4 anni.

Nelle ultime ore, a risultare positiva al virus c’è anche una bambina di 4 anni residente nel comune di Castiglione d’Adda, comune nel Lodigiano rientrante nella cosiddetta “zona rossa” del contagio. Secondo i dati a disposizione, il paesino di circa quattromila abitanti è attualmente quello più colpito dal Covid-19: al momento, risultano infatti più di quaranta contagi. La bimba contagiata è stata ricoverata in ospedale per essere sottoposta alle cure mediche, anche se non si trova in gravi condizioni.

I casi di minori infettati dal coronavirus sono pochissimi. Come spiegato dagli specialisti dell’Unità operativa di Immunoinfettivologia pediatrica dell’ospedale Bambin Gesù di Roma, i bambini sembrano essere meno colpiti dall’infezione e mostrano un andamento benigno rispetto all’adulto, anche se non sono ancora chiari i meccanismi di base. Tuttavia, sappiamo che i Coronavirus sono la causa più frequente di raffreddore e i bambini vanno incontro ripetutamente a infezioni da coronavirus: è possibile che la risposta immunitaria a infezioni recenti da Coronavirus aiuti i bambini a difendersi meglio anche dal nuovo virus. Inoltre, il sistema immunitario dei bambini potrebbe essere in grado di rispondere meglio all’infezione perché più reattivo.

A proposito dell'autore

Alessia Longhitano

Catanese di nascita e giarrese d'adozione, classe 1991. Sin da piccola, si appassiona alla lettura di classici e alla scrittura di storie fantastiche, dal fascino noir. Nel 2015, si laurea in Lettere Moderne all'Università di Catania e dopo due anni sabatici, è prossima a conseguire la laurea magistrale in Filologia Moderna. La sua passione smodata per la scrittura nasce dall'osservare e riflettere criticamente sui fatti intorno a sè, cercando di darne una prospettiva quanto più oggettiva possibile. Instancabile sognatrice, si sente cittadina del mondo: da qui nasce il desiderio di visitare quanti più posti possibili in tutte e cinque i continenti. Spera, forse un po troppo utopisticamente, di lasciare il mondo più bello di come lo ha trovato nascendo e scrivendo riflette spesso questo suo sogno.