Catania

Traffico di cocaina tra Catania e la Colombia: le parole del sindaco Pogliese

Foto repertorio
Il sindaco Salvo Pogliese dice la sua attraverso una nota sull’operazione antidroga che ha coinvolto il capoluogo etneo.

Ha fatto parlare molto negli ultimi giorni la maxi operazione antidroga guidata dal Dda di Catania e che ha coinvolto le forze dell’ordine di Italia, Spagna, Messico e Colombia. Gli oltre 400 chili di cocaina sequestrati, per un valore stimato di circa 20 milioni di euro, non erano destinati allo spaccio in Sicilia però. Infatti, Catania era stata scelta dai narcotrafficanti come base logistica di una tratta che avrebbe portato la sostanza stupefacente ad essere venduta nel Nord Italia e in Europa.

Sono sette le misure restrittive. Due fermi eseguiti in Italia e due dei cinque arresti internazionali sono stati eseguiti in Spagna. Mancano all’appello gli ultimi tre ricercati, che però al momento risultano irrintracciabili.

Tra i coinvolti c’è anche il messicano José Angel Rivera Zazueta, 33enne noto come “El Flaco”, ritenuto dagli investigatori molto vicino al capo del cartello di Sinaloa, organizzazione criminale che opera in tutto il mondo.

In merito a questa maxi operazione, il sindaco Salvo Pogliese ha diffuso la seguente nota: “Riconfermo ancora una volta la gratitudine e l’apprezzamento della cittadinanza e mio personale alle forze dell’ordine e alla magistratura, in questo caso alla Guardia di Finanza e alla Procura etnea, per l’ottimo risultato investigativo che ha sventato un imponente traffico di droga che aveva Catania come crocevia.” Continua il primo cittadino etneo dicendo: “Ancora una volta l’azione sinergica sul territorio e anche oltreoceano, ha prodotto un risultato eccellente con pochi precedenti in Italia per il valore dell’azione giudiziaria, ristabilendo la presenza dello Stato che acciuffa quei malviventi che inquinano lo sviluppo sano della nostra comunità con commerci illeciti particolarmente efferati come quello della droga”.