Catania

Catania, nuovo assetto Forze dell’ordine: come cambia la sicurezza

Foto repertorio
Le nuove predisposizioni delle Forze dell'ordine che interesseranno la sicurezza catanese.

Sono stati pianificati i presidi delle forze dell’ordine nella città di Catania per l’anno 2020. A renderlo noto è il Comitato Nazionale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, il quale è stato presieduto martedì 17 dicembre al Viminale.

Ad essere modificati sono stati i presidi della Polizia di Stato e dei Carabinieri, mentre la Guardia di finanza non vedrà nessuna modifica.

Per la Polizia di Stato, si punta alla razionalizzazione dei processi di front-office e un mirato utilizzo di tecnologie. Le misure previste dal Comitato sono: l’assorbimento delle competenze amministrative per il controllo del territorio nella zona di San Cristoforo; una ridistribuzione dei presidi di polizia nella città; l’intervento per la realizzazione del Centro polifunzionale di Librino.

Invece, per quanto riguarda i militari dell’Arma dei Carabinieri, la pianificazione prevede: il potenziamento di una tenenza, otto stazioni e la componente operativa della compagnia di Randazzo; contrazione organica di 10 stazioni, l’accorpamento delle stazioni di Passopisciaro a quella di Castiglione di Sicilia e Macchia di Giarre a quella di Giarre.

Rimani aggiornato