Cronaca

Catania, uccide figlio di 3 mesi: arrestata la madre 26enne

Una donna è stata arrestata a Catania con l'accusa di aver scaraventato a terra il figlio di 3 mesi, rimasto ucciso dopo l'impatto.

Una donna di 26 anni è stata arrestata a Catania con l’accusa di aver ucciso il figlio di tre mesi, lanciandolo a terra. I fatti risalgono allo scorso 14 novembre quando il neonato venne trasportato d’urgenza al Pronto soccorso del Cannizzaro, dove è stato intubato, per poi essere trasferito nella rianimazione della Neonatologia del Garibaldi-Nesima, dove è deceduto il giorno dopo.

“Lo scorso 14 novembre, il piccolo F. L., di soli tre mesi di vita (nato il 31 luglio 2018), è stato portato presso il pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro di Catania e poi, da qui, intubato per via oro-tracheale, non sedato, pallido ed ipoteso, presso l’unità di rianimazione pediatrica dell’ospedale Garibaldi Nesima di Catania, dove è stato ricoverato in prognosi riservata per la presenza, tra l’altro, “di un imponente ematoma nella regione parietotemporale destra con numerose emorragie sparse su tutto l’ambito retinico”, questo è quanto si legge nella nota della Procura.

Inizialmente la donna aveva raccontato che il figlio si era fatto male cadendole accidentalmente dalle braccia a causa di una spinta che si era dato da solo. Tuttavia, successivamente, attraverso l’audizione, da parte della procura e della polizia, di tutti i soggetti intervenuti nell’immediatezza e dei fatti, e della stessa 26enne sentita alla presenza del difensore di fiducia, si accertava che la caduta del bambino non era stata accidentale bensì che era stata la madre dello stesso a scaraventarlo a terra con forza, con il fine di ucciderlo. La donna è stata arrestata e condotta nella casa circondariale di Catania.