Università

UNICT – Carta dello Studente, Basile: “Migliorare la mobilità e consentire accesso ai musei”

Qualsiasi studente universitario ne avrà sentito parlare ma pochi la posseggono e ne usufruiscono davvero: la Carta dello Studente, rivelatasi un fallimento fino ad ora, potrebbe finalmente portare a delle agevolazioni. Scopriamo quali.

Nella giornata di ieri, il sindaco Salvo Pogliese ed il rettore dell’Università Francesco Basile si sono incontrati per discutere di progetti di sviluppo e servizi volti a rendere la città sempre più adatta alle esigenze degli studenti. Tanti gli argomenti affrontati e le iniziative proposte ma particolarmente interessante per i tanti universitari è e resta il riferimento alla Carta dello Studente, protagonista indiscussa delle notizie dell’ultimo periodo.

“Punto importante – afferma il rettore Basile –  è la “card per studenti” finalizzata a migliorare la mobilità dello studente con accesso anche ai musei comunali che, insieme con quelli universitari, possono costituire una “Rete museale” unica della città di Catania. “

Come annunciato qualche settimana fa, infatti, grazie al rilascio di questa carta elettronica (che non richiederà alcun costo) il muoversi da un punto all’altro della città e liberamente non sarà più un sogno:  l’abbonamento ai trasporti urbani di superficie (AMT) e della metropolitana (FCE) sarà completamente gratuito, ma solo per gli studenti dell’Ateneo Catanese.  Una grande agevolazione per i giovani pendolari e, sembrerebbe, non l’unica: la card infatti potrebbe, nel corso del tempo, consentire utili sconti e servizi di vario genere. È preferibile, tuttavia, utilizzare il condizionale di fronte alla poche delucidazioni relative ad ottenimento e funzionalità di tale strumento.

Fino ad ora, in effetti, sappiamo soltanto che  l’abbonamento “virtuale” ai mezzi sarà generato automaticamente una volta ultimata la procedura online di iscrizione/immatricolazione ai corsi di studio attraverso il Portale Studenti (allegando contestualmente una propria fototessera in formato digitale) ma l’Ateneo rivela che le modalità di rilascio e di distribuzione della carta sono ancora in via di definizione. 

Gli studenti catanesi, insomma, guarderebbero a questa tessera con fiducia, sì, ma pur sempre cautamente. Si tratta di un mezzo concreto e affermato già da tempo al Nord Italia, utile in maniera reale agli studenti, ma che qui ha iniziato a concretizzarsi solo in questi ultimi mesi, dopo il mancato riconoscimento da parte di vari esercizi commerciali e gli infiniti tempi d’erogazione che hanno caratterizzato gli anni passati.

Da TWITTER

Idee, emozioni, condivisione e connessione: questo e tanto altro ha caratterizzato il @TEDxCatania. Il report di @nicolosi_sofia per @liveunict.

https://catania.liveuniversity.it/2019/10/21/tedxcatania-un-turbinio-di-idee-e-di-emozioni-scoprire-il-coraggio-di-cambiare-la-propria-vita/

Load More...