In Copertina Università di Catania

Censis: l’Università di Catania tra i mega atenei italiani

Pubblicate le classifiche Censis per l'anno accademico 2018/2019; Catania come ogni anno si trova tra i mega atenei, ma occupa la penultima posizione.

Dopo la maturità, i neo-diplomati si ritrovano a scegliere cosa fare del proprio futuro. L’università è una delle opzioni che si parano davanti. Ma a volte, oltre a scegliere cosa (voler) studiare, ci si domanda qual è il posto migliore dove poter studiare? Qual è l’università migliore? Ebbene, delle risposte autorevoli arrivano dall’istituto di ricerche Censis, che pubblica, anche quest’anno (a.a. 2018/2019), le classifiche dei migliori atenei italiani, in base: ai servizi, alle borse di studio, alle strutture, alla comunicazione e ai servizi digitali e all’internazionalizzazione (sul quale sembra essersi spostato il focus) degli atenei.

A distanza di otto posizioni dalla capolista della classifica dei mega atenei, ovvero l’Università di Bologna, c’è il nostro mega ateneo: Catania. L’ateneo si trova in penultima posizione in una classifica composta da 10 mega atenei (l’anno scorso aveva occupato la decima posizione, in una classifica di 11 università, quando era ancora l’Università di Palermo veniva contata tra i mega atenei). La media del punteggio dell’Università di Catania è 76 punti, a circa 3,6 punti dall’Università Federico II di Napoli.

Dato positivo a favore dell’Ateneo catanese è il punteggio nella comunicazione e servizi digitali (ben 90 punti), vicina all’Università di Pisa (91 punti per la comunicazione) e di Bari (92 punti). Positiva anche la crescita per le strutture dei dipartimenti catanesi: se nel 2017, Catania registrava 66 punti, quest’anno il punteggio per le strutture universitarie è salito a 77 punti. Punteggio che aumenta pure per le borse di studio: dai 68 punti dell’anno precedente, ai 74 punti di quest’anno.

Stabili invece i punteggi registrati per i servizi (72 punti, uno in più rispetto all’anno scorso) e per l’internazionalizzazione (67 punti). Ma è proprio su quest’ultima categoria che si sta investendo di più (in tutta Italia, come del resto): basti pensare che nell’anno accademico 2017/2018, a Catania – tra primo e secondo semestre -, gli studenti stranieri Erasmus sono arrivati a quota 219.

Riguardo al resto della classifica, il secondo posto viene conteso tra Firenze (ormai da anni in seconda posizione nella classifica Censis), La Sapienza di Roma e, sorpresa della classifica, Padova (tutte e tre a pari merito a 86 punti); sicura invece è la riconferma, per il nono anno di fila, a migliore mega-ateneo italiano, di Bologna.

A proposito dell'autore

Samuele Amato

Studente di Filosofia, classe 1997, Samuele Amato è appassionato di cinema, musica, viaggi, storia e giornalismo, il ché lo ha spinto a intraprendere, dopo il diploma in Informatica e Telecomunicazioni, questo percorso con LiveUnict. Con gli ideali della libertà e del cosmopolitismo, Samuele ha l'obbiettivo di voler dare un contributo come giornalista e - si spera - come insegnante.

Rimani aggiornato

Università di Catania