Università di Catania

“Affitto solo a ragazze del Triveneto e Lombardia”: proprietario rifiuta studentessa

Il proprietario di un appartamento rifiuta la richiesta di una studentessa del sud in cerca di un alloggio. "Nulla di personale", ma per la ragazza si tratta di razzismo.

Trovare un alloggio per un universitario è sempre complicato. E lo diventa ancor di più quando a mettersi in mezzo sono i pregiudizi.

Una studentessa di Pescara, una volta individuato un alloggio a Trento e aver contattato il proprietario, avrebbe ricevuto un ingiustificato rifiuto. La conversazione si è tenuta su Facebook, un botta e risposta che ha raggiunto l’apice con la dichiarazione del proprietario: “Scusa tanto ma sto cercando solo ragazze del Triveneto e della Lombardia. Niente di personale”

La studentessa ha insistito, pretendendo ulteriori spiegazioni, per poi essere virtualmente lasciata a combattere una battaglia persa contro una persona che, a quel punto, aveva già abbandonato il campo con un semplice “mi stai facendo perdere tempo”. La notizia è stata riportata dal giornale L’Universitario.

Si tratta di razzismo, sottolinea la studentessa. Quando non è possibile, come nel suo caso, trovare una spiegazione a un simile rifiuto, è giusto chiamare le cose con il proprio nome. Non ci si può limitare a chiudere gli occhi o minimizzare. Come lei, molti altri studenti ogni anno sono vittime di un sistema basato sul pregiudizio e discriminazione.