Università di Catania

Università: quali sono gli atenei e le lauree che fanno guadagnare di più?

A seguito di uno studio condotto sugli atenei italiani, è stata stilata una classifica delle università che permetterebbero di guadagnare di più dopo la laurea. Ecco le posizioni.

Partiamo dal presupposto che l’istruzione sia fondamentale, in tutti i suoi aspetti e risvolti, soprattutto nell’ambito lavorativo. Le chance di avere un guadagno maggiore aumenta in modo proporzionale al titolo di studio conseguito; in tal modo, proseguire con l’università potrebbe rivelarsi di grande importanza. Ma tutte le università offrono lo stesso tipo di guadagno?

Lo studio di JobPricing, in collaborazione con Spring Professional, ha voluto porre in esame le università italiane più prestigiose e gli studenti e i laureati che ne hanno frequentato i corsi, stilando una classifica delle università che permettono un guadagno elevato dopo la laurea. Innanzitutto, viene a presentarsi un dato importante tra chi ha abbandonato gli studi accademici e invece chi li ha portati a termine: quest’ultimi possono contare di 12.000€ di busta paga in più rispetto ai primi.

Ad essere in pole position sono i neo-laureati delle università private. Infatti questi, appena finito gli studi, riescono a trovare un ottimo impiego con un elevato stipendio. Si tratta, principalmente, di ex-studenti della Bocconi, i quali guadagnano nei primi dieci anni ben 35.500€ lordi all’anno; mentre a seguire ci sono i laureati del Politecnico di Milano (32.905€ lordi all’anno) e quelli della Luiss Guido Carli (32.870€ lordi all’anno). Bocconi che rimane prima anche per chi appartiene alla fascia di età compresa tra i 45 e i 54 anni. Infatti, dopo la Bocconi, i laureati over 45 contano di un guadagno di 63.861€ lordi l’anno. Alla seconda posizione, sempre per questa fascia, troviamo invece la Cattolica di Milano con 61.040€ e poi, a seguire, ancora la Luiss Guido Carli con 58.892€.

La pole position rivela dei dati chiarissimi: le università che permettono un guadagno maggiore sono del Nord Italia e sono private. Ma non sono gli unici dati. Questi vengono affiancati da un altro aspetto importante, ovvero, il percorso di studi che si vuole scegliere. Probabilmente è una cosa ovvia: sono i settori scientifici a segnalare un guadagno veramente elevato, dopo la laurea; in particolare sono i corsi di laurea in Ingegneria Chimica e Chimica a registrare un aumento dello stipendio nel corso degli anni (dai 30.272€ dei 25enni ai 63.579€ dei 54enni).