Tecnologia e Social

Caricare lo smartphone: i consigli degli esperti per non danneggiare la batteria 

Ricaricare lo smartphone è facile? Sì, ma per non rovinare la batteria bisogna adottare alcune strategie. Ecco cosa consigliano gli esperti.

Caricare la batteria del proprio smartphone può sembrare un’operazione davvero molto semplice, ma per evitare di danneggiare il dispositivo è necessario utilizzare delle ben precise accortezze. A dirlo è stato il Codex che in collaborazione con la Battery University ha fornito alcuni consigli per caricare al meglio il proprio device, preservando il suo buon funzionamento nel tempo.

Gli esperti sono concordi nel dire che è importante evitare che lo smatphone si scarichi completamente, ovvero raggiunga lo 0% di batteria e si spenga. Tutto questo, infatti, se avviene spesso nel corso del tempo creerà un danno alla batteria del dispositivo. Un’altra accortezza da utilizzare è quella di non lasciare lo smartphone in carica per molte ore.

Un suggerimento che fa crollare la valenza dell’abitudine molto comune di ricaricare il cellulare durante tutta la notte per poterlo utilizzare durante il giorno con una carica completa che, in alcuni casi, potrebbe bastare a coprire l’intero arco di una giornata. Questa è vista dagli esperti come un’abitudine scorretta: rimanendo attaccata alla fonte di energia per molte ore, il rischio, infatti, è che la batteria si surriscaldi più del dovuto. Vero è che una volta raggiunto il 100% di carica i nuovi sistemi di batteria interrompono il flusso di corrente, ma è pur vero che se un dispositivo è del tutto o quasi del tutto scarico, per ricaricarlo a sufficienza potrebbero essere necessarie anche più di due ore.

A detta della Battery University, infine, per salvaguardare la batteria del proprio smartphone è consigliato mantenere una percentuale di carica tra il 65% e il 75%. Potrebbe sembrare una cosa difficile nei fatti, ma in realtà non lo è.  Il segreto è quello di caricare il device per poco tempo ma spesso: collegando il dispositivo alla presa di corrente per circa mezzora per 3 o 4 volte al giorno gli assicurerete una buona carica e manterrete la batteria in “buona salute”.

Speciale Test Ammissione