Università

UNIVERSITÀ – Borsa di studio dottorato, gli europarlamentari chiedono un aumento 

Se vogliamo che l’Italia muova dei passi avanti nel settore della ricerca è necessario che ci sia un aumento del valore della borsa di dottorato. È questa l’opinione di Giulio Formenti, rappresentate dei dottorandi nel Senato accademico dell’università di Milano.

In tal senso, un folto gruppo di europarlamentari si è mobilitato per far si che il budget destinato al dottorato possa crescere. Tra gli europarlamentari, 48 su 74, ci sono Lara Comi, Alessandra Mussolini e Matteo Salvini che hanno espresso questa richiesta al ministro Fedeli.

I mille euro mensili di borsa di studio risultano insufficienti. Quello che i dottorandi stessi chiedono è che l’ammontare della borsa di studio a loro destinata si adegui agli importi europei.

 

Simona Lorenzano

Cresciuta ad Agrigento, terra in cui ha respirato la grecità a pieni polmoni, consegue la maturità presso il Liceo Classico Empedocle. La passione per la salute e il benessere la spingono a laurearsi in Infermieristica a Catania. Scrive su Live UniCT sin dal primo anno di università e continua a coltivare il suo amore per la scrittura, la musica e le discipline umanistiche. Per citare Plinio il Vecchio: “Non lasciar passare neanche un giorno senza scrivere una riga”.