Ricerca

CATANIA – Nuova mappatura dell’area sommitale dell’Etna in 3D

Arriva la mappatura in 3D dell’Etna, che permetterà agli studiosi di vulcanologia di analizzare a 360° il fenomeno che interessa il vulcano.

La nuova mappa topografica è stata realizzata da un team di ricercatori dell’Ingv e del Politecnico di Torino, fatta in alta risoluzione. Il progetto ha utilizzato le immagini e i video a 360°, grazie all’impiego del Laser Scanner Terrestre, che ha permesso di elaborare una nuova mappa dell’area sommitale dell’Etna in scala 1:5000.

Grazie a questa nuova tecnologia, infatti, sarà possibile studiare più a fondo i fenomeni vulcanici: nuovo materiale, nuove teorie e strumenti da usare in campo. Non solo, il nuovo approccio metodico, rifornisce nuovi dati importantissimi al fine della ricerca e che permette di lavorare più in sicurezza (data anche la pericolosità del terreno in cui si svolgono gli studi).

Samuele Amato

Studente di Filosofia, classe 1997, Samuele Amato è appassionato di cinema, musica, viaggi, storia e giornalismo, il ché lo ha spinto a intraprendere, dopo il diploma in Informatica e Telecomunicazioni, questo percorso con LiveUnict. Con gli ideali della libertà e del cosmopolitismo, Samuele ha l'obbiettivo di voler dare un contributo come giornalista e - si spera - come insegnante.