Eventi

CATANIA – Luca Parmitano torna in città per consegnare borse di studio

L’astronauta catanese premierà lo studente ragusano Anthony Sigona che trascorrerà un anno in Cina grazie a una borsa di studio istituita con i proventi della vendita del libro Volare. 166 giorni con @astroluca. Nel corso della cerimonia, organizzata da InterCultura, riconoscimenti anche a 19 adolescenti catanesi vincitori di un programma di studio all’estero.

L’astronauta dell’Agenzia spaziale europea Luca Parmitano lunedì 3 luglio tornerà nella “sua” Catania per consegnare allo studente ragusano Anthony Sigona la borsa di studio; Sigona trascorrerà un anno in Cina grazie ai proventi della vendita del libro Volare. 166 giorni con @astroluca.

La cerimonia si svolgerà a partire dalle 10 nel Palazzo della Cultura, alla presenza dei volontari del Centro locale di Intercultura organizzatori dell’evento, e dei 19 adolescenti catanesi vincitori di un programma di studio all’estero. È stata proprio la onlus InterCultura ad offrire a Parmitano nel 1993 la possibilità di studiare in California (Usa) e di avvicinarsi all’esperienza del volo.  

Un anno all’estero ha significato per lui, come per i tanti  studenti che ogni anno frequentano corsi fuori dall’Italia, imparare a gestire i rapporti con culture diverse, ampliare la propria visione del mondo, acquisire competenze trasversali sempre più richieste dal mondo del lavoro come l’apprendimento (o il miglioramento) di un’altra lingua, la predisposizione a intraprendere nuove iniziative e relazioni,  l’accrescimento delle capacità critiche.

I riconoscimenti saranno consegnati a ragazzi che hanno tutti dimostrato un impegno costante a scuola e in famiglia, ma che amano anche uscire con gli amici, coltivare un hobby e soprattutto mettersi alla prova e affrontare nuove esperienze.

I periodi di studio offerti da InterCultura, con copertura totale o parziale per periodi che variano da un anno a due mesi, si svolgeranno in Brasile, Repubblica Dominicana, Ungheria, Olanda, Russia, Usa, Finlandia, Costarica, Thailandia, Francia, Polonia.