Cosmetica

Trucchi da svelare: la mia skin care routine estiva!

Oggi voglio parlarvi della mia nuova skin care routine estiva. Cos’è la skin care routine?

E’ l’utilizzo quotidiano di  certi prodotti che più ci piacciono in un determinato  periodo. Io cambio skin care routine ogni stagione, magari non proprio tutti i prodotti ma almeno la metà di sicuro.Perchè? Ogni prodotto per il viso ha le sue caratteristiche e, in base al caldo, l’atmosfera, il freddo, l’umidità, gli sbalzi ormonali, le condizioni della pelle cambiano di continuo. Col caldo di questo mese non ci si può mettere in faccia un prodotto che contenga burri o oli pregiati. La conseguenza sarebbe un viso lucido e pori inevitabilmente otturati.

Per quest’estate vi propongo i miei prodotti che sono indicati alcuni per tutti i tipi di pelle e altri, specificatamente, per le pelli che si lucidano in fretta e misto/grasse.

skincareroutine

La mia giornata inizia lavando il viso con il Detergente Effaclar di La Roche Posay (e il mio fidatissimo face brush di kiko). Un bottiglione di 400ml di gel-mousse fresco come l’acqua che si applica sul viso e fa una leggerissima schiuma: lava via senza seccare eccessivamente. La sua particolarità sta nell’avere dentro acqua termale lenitiva e non contenere sapone così da non aggredire la pelle.

Subito dopo vaporizzo sul viso l‘Acqua di luna di Lush, un tonico viso che riaccende i sensi soprattutto in estate perché ha al suo interno solo 3 ingredienti: acqua di pompelmo, acqua di bacche di ginepro e acqua di tea tree. Tre ingredienti fenomenali per illuminare, dissetare la pelle e prevenire i comedoni e i brufoletti. Di quanto è fresco può essere vaporizzato a ruota libera quante volte si vu0le al giorno al pari di un’ottima aromaterapia.

Appena asciutta, la pelle riceve la mia crema da giorno preferita, la Antirougeurs jour di Avene: una crema indicata per pelli miste che ha facoltà seboregolatrice, controllando le ghiandole sebacee e inoltre lenisce per la presenza di acqua termale e protegge dai raggi solari grazie al SPF 20. E’ molto leggera e si asciuga in fretta. Carina anche come base trucco. Non ha odori particolari e può essere usata anche dopo un giorno di sole o per dare sollievo alla pelle affaticata.

Sugli occhi intervengo con un siero che provo da tempo ed è il Perfect rughe filler riempitivo di Clinians: per chi non sapesse cosa sia un siero, è una cremina molto molto leggera che deve accompagnare la crema viso abituale e aggiunge ad essa proprietà e facoltà che la crema quotidiana non ha. In questo caso un antirughe all’acido ialuronico contro le rughe; lo uso soprattutto sugli occhi e non brucia, ma se me ne avanza lo spargo per tutto il viso nei punti critici. In estate lo sostituisco tranquillamente al contorno occhi.

Per le labbra un velo di Burrocacao lavera al lampone ( di cui vi ho già parlato) superidratante e via.

La sera ripeto gli stessi passaggi inserendo:

1) lo Scrub mask viso di Bottega Verde all’albicocca, con granuli di nocciolo di albicocca all’interno. Io lo uso solo come scrub perchè lo trovo veramente efficace, esfolia leggermente e leviga la pelle. Consigliato a chi si trucca tanto, a chi fa uso di autoabbronzanti e a chi si sente la pelle non perfettamente liscia. A contribuire l’olio di albicocca che nutre e non secca la pelle. Mi piace molto perché permette di avere un’esfoliazione graduale in base alla pressione che noi facciamo coi polpastrelli, quindi più pressione più attivo sarà lo scrub e viceversa.

2) Applico, solo due volte a settimana, un velo di Maschera viso della linea sebo vegetal di Yves Rocher con polvere di Bajkal, che ha azione purificante e astringente utile per togliere l’eccesso di sebo dal viso e pulire ancora più a fondo la pelle. Attenzione questa linea è indicata solo per le pelli miste/grasse.

3) Al posto del  tonico una spruzzata di Acqua minerale naturale che sublima, idrata e lenisce la pelle,(ne parlerò in un prossimo articolo).

4) Alla crema Avene sostituisco la crema viso Sebo regolatrice all’estratto di salice albino di Bottega Verde.Ottima, però la preferisco di più nel periodo primaverile quando non c’è né troppo caldo né troppo freddo.Infatti la metto di sera, cosicchè da dare al viso il tempo di assimilarla durante la notte. Ha una consistenza quasi burrosa,ma una volta stesa da freschezza e disseta la pelle.

Ebbene, ragazze questo è tutto. La mia routine sembra lunga e noiosa ma una volta presa la mano tutto si velocizza e non ci vorranno nemmeno 10 minuti per completare il procedimento. E poi, per chi vuole un trucco perfetto bisogna partire da una base perfetta. Ciao e al prossimo articolo!

A proposito dell'autore

Roberta Gerratana

Nasce a Modica e studia per tutta l'adolescenza lingue straniere. Arrivata all'università cambia rotta e decide di frequentare un corso in Scienze Educative dell'Infanzia e di Scienze Pedagogiche e Progettazione Educativa in cui si laureerà. Grande appassionata di letture classiche e straniere, che spaziano dai temi romantici tedeschi ai contemporanei manga giapponesi, lascia anche spazio a film fantasy, make up e viaggi. Collabora con Liveunict in veste di proofreader e pubblica ricette veloci per le rubriche Studenti&Fornelli e Trucchi da Svelare.