CATANIA – Mini-concerti a Fontanarossa: arriva #DestinazioneClassica

All’aeroporto Fontanarossa esibizioni live per intrattenere i viaggiatori: arriva #DestinazioneClassica.

Repubblica Ceca, Germania, Francia e Russia. Sulle rotte per le città d’arte di questi quattro paesi – città selezionate fra le oltre 80 servite dall’Aeroporto di Catania grazie alla partnership con oltre 70 compagnie aeree – SAC e Villa Pennisi in Musica promuovono per questa estate 2017 #DestinazioneClassica, un ciclo di quattro mini-concerti dedicati ai viaggiatori in partenza e in programma dal 2 all’11 agosto nella zona gate, superati i varchi di sicurezza. 

Di scena per #DestinazioneClassica saranno studenti e artisti della summer school di Villa Pennisi in Musica (VPM), festival di musica, architettura, design, social ed eco-sostenibilità in programma anche quest’anno ad Acireale (Ct) nel mese di agosto. Quattro eventi a tema, con protagoniste formazioni cameristiche ospiti del Festival, sullo sfondo delle architetture contemporanee del terminal. 

In programma brani di autori europei legati ad alcune destinazioni dei voli del giorno. Ogni concerto avrà la durata di 30 minuti circa. Il viaggio di #DestinazioneClassica comincia con la Repubblica Ceca (mercoledì 2 agosto, ore 14.30) e brani di Dvorak con il Quartetto Cesar Franck; quindi la Germania (lunedì 7 agosto, ore 11.00) con Beethoven e Haydn e il Trio Reger; l’indomani, martedì 8 agosto (ore 14.30) sarà la volta della Francia con il duo Gentile – Von Pfeil e le sonorità di Barrere, Popper ed, eccezionalmente, quelle di un autore contemporaneo: il violoncellista palermitano Giovanni Sollima; si chiude venerdì 11 (ore 17.30) con la Russia, il Quartetto Elsa e il repertorio di Sostakovich. 

“DestinazioneClassica – spiegano la Presidente SAC, Daniela Baglieri, e l’AD Nico Torrisi – è un esperimento assolutamente inedito per Fontanarossa e che ha avuto il plauso della Direzione Enac di Catania: l’idea che ci ha portati a questa collaborazione con Villa Pennisi in Musica era quella di regalare ai nostri passeggeri, in transito nel “non luogo” per eccellenza quali sono gli aeroporti, l’esperienza breve, fugace e intensa della musica del vivo: l’emozione di una “colonna sonora d’autore” che li introducesse alla scoperta delle città d’arte e dei Paesi verso cui sono in partenza. Un’occasione “in musica” per ricordare ai passeggeri siciliani le decine di destinazioni raggiungibili da Catania (oltre 80, con voli annuali e stagionali) mentre, alle migliaia di turisti che rientrano a casa dopo aver visitato la Sicilia, rendere più dolce il commiato dalla nostra isola con un implicito invito a tornare”. 

 

 

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
UNIVERSITÀ – Ricercatore scardina tesi del prof. premio Nobel 2016 per la Chimica

È stato un ricercatore 35enne dell’Università di Parma a mettere in discussione la tesi del professore Stoddart, Premio Nobel 2016...

Chiudi