SCUOLA – Immissioni ruolo e supplenze: in Sicilia meno possibilità per docenti

Secondo le stime del Miur, il numero delle immissioni in ruolo e delle supplenze in Sicilia anche quest’anno sarà veramente basso rispetto al totale nazionale.

 

Non c’è da sorprendersi se anche per quest’anno le immissioni in ruolo per i docenti in Sicilia saranno poche. Infatti, come annunciato dal Miur, a settembre le immissioni in ruolo saranno pari a 2.169, di cui 544 per il sostegno e 1.625 per i posti comuni. Questi ultimi, in dettaglio, sono la somma di 218 assunzioni a tempo indeterminato alla materna, 304 alla primaria, 718 alla media e 929 al superiore.

Un numero certamente esiguo rispetto al totale nazionale, che vedrà l’assunzione di 30mila unità, e di cui i posti disponibili in Sicilia rappresentano soltanto il 6,6%. Gli oltre 2mila posti disponibili saranno distribuiti tra  per metà ai vincitori degli ultimi concorsi a cattedre e per l’altra metà ai precari ancora inseriti nelle graduatorie provinciali.

Tutta la situazione suona ancora come una beffa:  il concorsone bandito a seguito della Buona scuola assegnava alla Sicilia circa 4.109 posti, un numero quattro volte superiore rispetto ai numeri realmente disponibili. In più tra gli oltre mille posti realmente disponibili soltanto la metà sarà quindi riservata ai vincitori del concorso.

Per quanto riguarda le supplenze (annuali e fino al 30 giugno) i numeri del Miur indicano 894 cattedre di posto comune, appena il 3% delle supplenze che verranno assegnate a livello nazionale, e 4.182 posti di sostegno.Anche qui arriva la beffa per i precari: infatti, non è detto che i circa 5mila posti siano riservati ai precari.Ciò dipenderà da quanti insegnanti siciliani chiederanno e otterranno l’avvicinamento a casa, anche se soltanto per 12 mesi. Maggiore sarà il numero di questi docenti minori saranno le possibilità per i precari di ricevere una supplenza per tutto l’anno o per 9 mesi.

Articoli simili

Advertisement

Leggi articolo precedente:
Disoccupazione giovanile: Sicilia nella top ten secondo dati Eurostat

Gli ultimi dati, diffusi da Eurostat, evidenziano come nel Sud Italia la percentuale di disoccupati sia almeno il doppio rispetto...

Chiudi