Studentessa accoltella fidanzato, giudice: “troppo intelligente per il carcere”

E’ accaduto in Grand Bretagna il caso che ha visto protagonista una studentessa di Oxford che ha accoltellato il ragazzo, ma che per il giudice è “troppo intelligente per andare in carcere”.

La studentessa 24enne di Oxford, Lavinia Woodward, ha accoltellato il fidanzato conosciuto nella famosa app di Tinder, ma per lei nessuna pena da scontare, infatti è stata ritenuta dal giudice “troppo intelligente per andare in carcere”. La studentessa, dopo aver assunto droghe e alcool, ha accoltellato alla gamba il fidanzato, uno studente di Cambridge, e successivamente gli ha lanciato contro un bicchiere, un pc e un vaso. 

Il momento di follia della studentessa, che ha fatto seguito alla lite avuta con il fidanzato, si è consumato presso il Christ Church college e nonostante la legge parli chiaro la sentenza del giudice ha sconvolto molti. Lavinia non può andare in carcere perché si distruggerebbe la sua aspirazione di diventare cardiochirurgo. Il giudice ha definito il suo talento “straordinario e brillante” e un periodo in prigione significherebbe “distruggere la sua carriera”. Inoltre, ha spiegato che crede: “sia completamente sbagliato impedire a questa giovane e brillante ragazza di inseguire i propri sogni e fare la professione che desidera. Sarebbe una pena troppo severa”.

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
UNICT – Il prof. Guido Zanghì è il nuovo vicedirettore del Cutgana

È stato nominato il nuovo vicedirettore del Cutgana, centro di ricerca dell'Università di Catania. Si tratta del prof. Guido Zanghì. ...

Chiudi