Assume troppa caffeina e si sente male: studente muore per aritmia

Ha perso la vita per aver assunto troppa caffeina: uno studente di 16 anni è morto durante una lezione. 

Assumere troppa caffeina può essere rischioso: uno studente americano di 16 anni è morto durante una lezione in un liceo della Carolina del Sud.Il giovane ha iniziato a sentirsi male dopo aver bevuto tre bevande che contenevano caffeina. Si trattava, nel dettaglio, di un caffè-latte acquistato al Mc Donald’s, una bevanda gassata con molta caffeina e una bevanda energetica.  L’alta concentrazione di caffeina aveva provocato al giovane un’aritmia. 

LiveUniCT si era già occupato qualche tempo fa dei rischi di bere troppi caffè e di avere in generale un’alimentazione non equilibrata.  “Il caffè, fino ad un massimo di due-tre al giorno non è causa di particolari problemi,- aveva spiegato ai nostri microfoni la biologa e nutrizionista Maria Rita Ursino –  ma quando si superano le quattro tazzine potrebbe generarne, come bruciori di stomaco, ipermobilità intestinale e innalzamento della pressione sanguigna. Sarebbe dunque meglio preferire in alternativa del tè verde che, grazie alla presenza delle catechine, ha un rilascio più lento della caffeina ed un ottimo effetto antiossidante”. Per saperne di più leggi Studenti consumano troppi cibi pronti e caffè: ecco i consigli della nutrizionista.

Adesso si torna a parlare di alimentazione e caffeina, dopo la morte del giovane americano. Questa non è un’overdose, abbiamo perso Davis per una sostanza del tutto legale – ha spiegato il medico Watts – .Il nostro obiettivo è di far sapere alla gente, soprattutto ai nostri ragazzi che vanno a scuola, che queste bevande possono essere pericolose, e di stare molto attenti a quante ne assumono nell’arco della giornata”. 

 

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
WhatsApp down: l’app smette di funzionare

Smette di nuovo di funzionare l'app di messaggistica più utilizzata al mondo. Dopo il crollo avvenuto pochi giorni fa, anche...

Chiudi